Giovedì 23 Maggio 2013

«Con i ristorni bloccati
i Comuni non possono vivere»

COMO «Leggo sulla stampa ticinese che il direttore del Dipartimento del Territorio, Michele Barra, si è detto pronto a valutare un nuovo blocco dei ristorni dei frontalieri. Questo  - si legge - dopo la disdetta di un contratto per parte italiana per la ferrovia Arcisate-Stabio. Senza i ristorni, i Comuni e le realtà di confine – già pesantemente segnati dai tagli – non hanno possibilità alcuna di sopravvivere. Non possiamo certo rimanere nuovamente  in balia degli eventi e dei proclami».

A parlare Francesco Dotti, vicepresidente della Commisione speciale regionale per i rapporti tra Lombardia e Confederazione elvetica: «Importante che questo argomento venga discusso al più presto. Insomma è tempo di un confronto serio e articolato tra le varie realtà di confine all'insegna della massima trasparenza. Per questo chiederemo alle parti in causa di riferire all'interno della Commissione speciale per i rapporti tra Lombardia e Confederazione Elvetica».

m.lualdi

© riproduzione riservata