Giovedì 26 Febbraio 2009

La vendetta di Cip e Ciop
per l'albero tagliato

GRANDOLA ED UNITI Sembra una favola e in effetti i malcapitati protagonisti, Arturo Rancan e sua moglie, che abitano a Naggio, non faticheranno a spacciarla come tale ai nipotini, raccontandola come si raccontano le storie di Biancaneve e Cappuccetto Rosso. C’era una volta un signore che, in pieno autunno, decise di tagliare un vecchio noce nel suo giardino, ancora produttivo ma ormai ingombrante; da quel momento, per dispetto, gli scoiattoli che si cibavano delle noci di quell’albero sacrificato cominciarono a prendersela con le sue automobili, rosicchiando tutti i fili dell’impianto elettrico. Nelle favole non si contano i danni, ma nella realtà sì e il conto pagato dai coniugi Rancan all’elettrauto ammonta ad oltre 800 euro.

f.angelini

© riproduzione riservata