Lunedì 16 Marzo 2009

Lombardia, allarme 'ndrangheta:
20 arresti per appalti su Tav e A4

Colpo alla risorgente 'ndrangheta in Lombardia. L'organizzazione malavitosa, stando alle indagini, punta agli appalti sulle grandi opere pubbliche e si sarebbe infiltrata nei lavori per la Tav e la quarta corsia dell'A4. E ora esplode l'allarme per l'Expo.
L'operazione è stata condotta dai carabinieri di Monza che hanno arrestato 20 persone, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia localizzate nelle province di Milano, Taranto, Crotone e Catanzaro, tutte indagate a vario titolo per associazione a delinquere di stampo mafioso.
Le misure restrittive sono state eseguite tra Milano, Taranto, Crotone e Catanzaro con incursioni nel Lecchese (un arresto a Galbiate) e riporta a quel Franco Coco Trovato che, negli anni Novanta, fu indicato quale referente e capo delle organizzazioni malavitose di origini calabresi nella provincia di Como. I reati più gravi contestati sono associazione per delinquere di stampo mafioso, detenzione e porto illegale di armi, tentato omicidio, estorsione. Perquisizioni in abitazioni, imprese e studi del Comasco e del Lecchese.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags