Lunedì 08 Giugno 2009

Scuole, il 64% sceglie lo Stato
E c’è chi emigra fuori provincia

Il 17 per cento dei ragazzi comaschi che nel 2008/09 si sono iscritti al primo anno di scuola superiore ha scelto un istituto fuori dalla provincia di Como. Lo rivelano i dati elaborati dall’Ufficio autonomia del provveditorato lariano, diretto da Donatella Diacci. Sono complessivamente 813 gli studenti che si sono iscritti a un istituto con sede in un’altra provincia lombarda. Nel dettaglio, oltre la metà (430) ha optato per una scuola in provincia di Varese, mentre 171 hanno preferito la provincia di Milano, 111 Lecco e 70 Sondrio (seguono altre zone con numeri poco significativi).
Ma non sono gli unici dati diffusi dall’ufficio scolastico provinciale.
Il 64 per cento dei ragazzi usciti dalle scuole medie statali del territorio, per esempio, nel 2008/09 si è iscritto a una scuola superiore statale (si tratta di 3.123 alunni su un totale di 4.869). Il 7 per cento (331 ragazzi) ha deciso, invece, di frequentare una scuola paritaria, il 12 per cento (602 in tutto) un Centro di formazione professionale, mentre il 17 per cento, come detto, si è spostato fuori dalla provincia di Como. Tra coloro che hanno scelto una scuola statale, il 36% ha optato per un istituto tecnico, il 25% per il liceo scientifico, il 21% per un istituto professionale, il 10% per le ex Magistrali, il 4% per il liceo classico e un altro 4% per l’istituto d’arte.
Infine, ecco le scelte fatte dai ragazzi che hanno preferito un istituto paritario: quasi la metà (il 47 per cento, cioè 158 ragazzi) si è iscritto al liceo linguistico, mentre il 20% (65) a un liceo scientifico, il 9% a un istituto agro-ambientale, il 7% a un tecnico e il 6% a un istituto alberghiero. Inferiore al 5 per cento il dato per le altre tipologie di scuole.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata