Martedì 09 Giugno 2009

La gente manda
16 sindaci a casa

COMO Se il dato delle elezioni europee non ha riservato grandi sorprese in provincia di Como con la conferma del Pdl e della Lega come primo e secondo partito (solo in città il Pd scavalca di poco i lumbard), un fenomeno più interessante è emerso dalle amministrative con il voto in 109 Comuni comaschi: la voglia degli elettori di giudicare i propri amministratori. I cittadini hanno mandato a casa 16 sindaci uscenti che si ricandidavano (tra questi alcuni dei paesi del "paesaggio ferito" dal cemento) e in altri 14 Comuni i sindaci non si ripresentavano ma c’è stato il ribaltone con il cambio di maggioranza. Da segnalare anche il buon successo dei sindaci leghisti con la riconferma di Turati a Mariano, di Tolettini a Drezzo e la vittoria di Cattaneo a Rovello. Bocciato anche Ermanno Capatti a Montano Lucino anche se la lista che capeggiava ha ottenuto 477 voti. Male anche i due parlamentari candidati sindaco a Bregnano (Chiara Braga) e Rovello Porro (Luca Volontè). Non sono stati eletti. Su "La Provincia" in edicola il 9 giugno tutti i risultati.

f.angelini

© riproduzione riservata