Domenica 21 Giugno 2009

Attenti a quei due. E al resto
Storia di una truffa sventata

È capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di ricevere o dare un resto sbagliato. In buona fede ovviamente, e sempre a causa di una momentanea distrazione. Per i negozianti quella del pagamento e del resto è una manovra che si ripete più volte nell’arco della giornata lavorativa, e nel caso di errore, o presunto tale, possono subentrare il dubbio e a volte l’imbarazzo. Ed è anche su questi fattori, oltre che sulla sorpresa, che si basa quella che viene definita “truffa del resto sbagliato”, della quale si sta sentendo sempre più parlare in questi giorni anche in città.
Ieri mattina è stato il turno del bar tabacchi pasticceria di via Muggiò. L’insospettabile avventore consuma per un totale di 5 euro e paga con una banconota da 100 euro. La banconota da 5 euro e le due banconote da 20 euro di resto vengono intascate, mentre la banconota da 50 euro viene passata di nascosto al complice che sta dietro; in pratica i due fanno finta di non conoscersi. A questo punto il primo avventore (nel caso di ieri - come confermato dai titolari del negozio - i due erano di nazionalità italiana) fa notare di aver pagato con 100 euro e di aver ricevuto il resto di 50 euro. In pratica la parola di uno contro la parola dell’altro, con il secondo avventore però pronto - in caso di necessità - a dar manforte al complice, che nel frattempo aveva completamente svuotato le tasche per dimostrare al commerciante di non aver altro addosso in fatto di soldi.
Il titolare del negozio a questo punto ha sentito puzza di bruciato, ha chiesto all’uomo di controllare bene, poi ha guardato per terra se per caso la banconota fosse caduta, e anche grazie al fatto che non si è scomposto più di tanto dimostrando una certa padronanza della situazione, il caso si è risolto con una sorta di “fuga” dei due. Immediatamente è partita una telefonata ai Carabinieri, senza denuncia però, poiché la truffa non c’è stata, ma con l’ennesima segnalazione.

p.berra

© riproduzione riservata