Giovedì 23 Luglio 2009

Schiacciato dal camion
Muore un operaio di Samarate

È morto sul colpo, schiacciato contro un muro dal camion con cui stava lavorando in via Castel Carnasino, la stretta via che porta alla clinica Villa Aprica.
È veramente agghiacciante la dinamica dell’infortunio questa mattina, qualche minuto dopo le 10, ha spezzato la vita di Vincenzo Petrosino, 54 anni, di Samarate, in provincia di Varese. L’operaio, dipendente dell’azienda Errepi impianti elettrici di Samarate, insieme a due colleghi di lavoro (uno, suo nipote Pasqualino), era impegnato in un lavoro di sostituzione dei vecchi pali della luce in via Castel Carnasino a Monte Olimpino. I tre operai avevano sostanzialmente concluso la loro opera, il vecchio palo era posato a terra sull’asfalto mentre il nuovo era già stato piantato quando si è verificata la tragedia.
Da quanto è stato possibile ricostruire, Vincenzo Petrosino si trovava a lato del camion, con le spalle vicino al muro di cinta di una casa ed era impegnato a movimentare le leve della gru sul cassone del camion. Il mezzo era stato posto in folle ed erano stati posizionati i quattro "piedini" per tenere in posizione il camion quando purtroppo qualcosa non è andato per il verso giusto: il mezzo pesante si è improvvisamente sganciato e si è violentemente spostato verso il muro. Per l’operaio non c’è stato scampo, letteralmente schiacciato fra il mezzo e il cemento armato. Sposato, Vincenzo Petrosino abitava con la famiglia a Samarate nel Varesotto dove lascia due figlie in giovane età.
G. d. V.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata