Martedì 01 Settembre 2009

È l'Anno internazionale della Terra
Escursione sulla via geoalpina di Carona

Nell’ambito dell'Anno internazionale del pianeta Terra, promosso dalle Nazioni Unite per divulgare gli straordinari risultati ottenuti negli ultimi anni dalle Scienze della Terra, il Parco delle Orobie Bergamasche, domenica 6 settembre, organizza un’escursione guidata in Val Brembana, a Carona, lungo il tratto orobico della «Via GeoAlpina».

A fare da guida saranno gli esperti del museo di Scienze naturali –Istituto di geologia di Bergamo che hanno progettato e realizzato il percorso geologico; i ricercatori accompagneranno i partecipanti a conoscere l’immenso patrimonio geologico del luogo, nell’area della diga Fregabolgia e delle pendici del Pizzo del Diavolo di Tenda.

Un percorso nel tempo che parte da 300 milioni di anni fa fino a raggiungere le tracce delle più recenti stagioni. « La via Geoalpina - spiega il presidente del Parco delle Orobie Bergamasche Franco Grassi - vede il coinvolgimento di sei Paesi dell’arco alpino (Germania, Austria, Francia, Italia, Slovenia e Svizzera) dei quali è divenuta simbolo. A Carona, attraverso un percorso progettato e guidato dai geologi, escursionisti di ogni età potranno condividere questo patrimonio, conoscendo la storia della formazione della catena alpina e i segreti della terra».

L’escursione lungo la Via GeoAlpina, iniziativa promossa dalla Commissione italiana per il coordinamento dell'Anno Internazionale del Pianeta Terra, rientra nella manifestazione Parco Vivo 2009, che, alla sua seconda edizione, da luglio ad ottobre, anima di iniziative ed eventi il Parco delle Orobie Bergamasche, uno dei parchi più estesi e variegati della Lombardia. Dopo le tappe di luglio del «Sentiero dei fiori e delle farfalle» sul Monte Arera e di apertura notturna delle cascate del Serio, Parco Vivo punta in Val Brembana grazie alla collaborazione del Museo di Scienze Naturali di Bergamo Istituto di Geologia

Il direttore, Anna Paganoni, anticipa: «Il museo di Scienze naturali di Bergamo porterà a scoprire alcuni dei tesori già protagonisti della mostra Geositi aperta in questo periodo in museo con l’obiettivo di stimolare un nuovo tipo di turismo curioso e consapevole che sappia riscoprire sul nostro territorio non soltanto i preziosi aspetti della cultura locale ma quei valori naturali troppo spesso riservati agli appassionati ed esperti. Le Alpi Orobie sono un’area di riferimento internazionale per le preziose rarità geologiche come per le clamorose tracce di rettili ed anfibi ancora più antichi dei dinosauri. Inoltre il breve tratto del percorso nei prossimi mesi potrà essere “scaricato” gratuitamente in internet in 5 lingue per favorire la scoperta di un territorio tanto prezioso e dei tesori custoditi nel museo cittadino. Con questo itinerario si potranno trovare tutti e 15 i percorsi italiani che percorrono le Alpi dal Carso in Friuli fino al Geoparco del Beigua in Liguria».

Questo il programma della giornata, organizzata in collaborazione con l’amministrazione comunale di Carona. Per gli escursionisti che volessero partecipare a piedi l’escursione si aprirà alle 8 con il ritrovo davanti al Comune di Carona con un incaricato dell’amministrazione comunale che accompagnerà gli escursionisti lungo un facile percorso di circa 2 ore, alla diga di Fregabolgia.

Per tutti gli altri l’appuntamento è alle 9  sempre davanti al Comune di Carona dove è prevista la consegna dei «pass auto 4X4» da parte dell’amministrazione comunale di Carona per il transito della strada sterrata che conduce, in circa 30 minuti, al parcheggio della Diga di Fregabolgia. Gli escursionisti sprovvisti di un’auto 4x4 possono far richiesta di utilizzo del servizio navetta fino ad esaurimento posti, prenotandosi al Comune di Carona al numero 0345.77006.

Alle 10 ad attendere gli escursionisti davanti alla Diga del Lago di Fregabolgia ci sarà il direttore del museo civico di Scienze naturali – Istituto di Geologia che condurrà ai contrafforti del Pizzo del Diavolo con illustrazione delle caratteristiche geologiche di alcune soste dell’itinerario numero 11 della «Via GeoAlpina». L’escursione alle 12,30 prevede il ristoro al Rifugio Calvi offerto dal Parco delle Orobie Bergamasche, con possibilità di degustazione e acquisto di prodotti tipici. Sempre al rifugio alle 14, dopo un breve ceno di saluto delle autorità è prevista la conversazione a cura di Luca Demicheli, segretario generale della commissione italiana dell'Anno internazionale del Pianeta Terra, dal titolo: «A spasso nel tempo. Le Scienze della Terra tra passato, presente e futuro».

Seguiranno la distribuzione dei gadget della Via GeoAlpina e mini laboratori di riconoscimento di rocce, fossili ed incisioni a cura del Coordinamento di Via GeoAlpina, Ispra, del museo civico di Scienze naturali di Bergamo e Parco delle Orobie Bergamasche. L’escursione si concluderà alle 1,.30, orario di rientro dal Rifugio Calvi al parcheggio della diga per poi proseguire verso Carona, a piedi o in auto.

Per il programma completo http://www.parcorobie.it, per info sulla via geoalpina www.viageoalpina.org. Per informazioni telefonare alla segreteria Parco delle Orobie (035.224249).

m.sanfilippo

© riproduzione riservata