Venerdì 25 Settembre 2009

In bici su una ruota
scala il Muro di Sormano

SORMANO Chissà cosa avrebbe detto Gino Bartali a parlargli di uno che prende su la bici e vuole fare tutto il “Muro” su una ruota sola e senza mani. Probabilmente nel suo toscano straripante avrebbe espresso alcune perplessità: «Quello è grullo», avrebbe detto.
Il “grullo” in questione risponde al nome di Simone Temperato e allo pseudonimo “Magico Tempe”; e sabato alle 17 e 45 partirà dall’inizio del “Muro” su una ruota sola, con la speranza di rimanere in equilibrio per i due chilometri di tracciato. Lui e la sua bici hanno in poco più di nove minuti salito la Rosina, superato il Passo di Pampeago al Giro d’Italia, e dell’Alpe d’Huez al Tour de France: solo per parlare degli obiettivi raggiunti nel 2008. Nel suo ormai ricco palmares ci sono scalate e discese in impennata di tutti i principali passi delle Alpi, scalate in impennata in notturna, record di equilibrio sulla bicicletta e guinness d’impennata in velodromo. Ora tocca al “Muro”, avversario ostico con le sue pendenze che sfiorano il 24%; ma il “Magico Tempe” è convinto di farcela, di abbattere quella salita che neppure i ciclisti professionisti del Giro d’Italia, e su due ruote, volevano affrontare per l’eccessiva durezza. Guarda il video con le imprese del "Magico Tempe"

f.angelini

© riproduzione riservata