Mercoledì 19 Novembre 2008

Al Zawahiri insulta Obama:
"Un servo negro dei bianchi"

Insulti al presidente eletto degli Stati Uniti, Barack Obama, definito «negro» e contrapposto a «rispettabili neri americani» come Malcolm X, sono contenuti in un messaggio di Al Qaida attribuito al numero due dell'organizzazione, Ayman al Zawahri, e diffuso su siti web islamisti.
L'audio di Zawahri, riferisce la Cnn, è stato diffuso accompagnato da immagini che legano Obama a leader ebrei e lo contrappongono a Malcolm X.
In quella che appare la prima reazione di alto profilo di Al Qaida all'elezione di Obama, Zawahri punta a definire il presidente eletto come un nero al servizio dei bianchi, usando un termine traducibile come "il servo negro di casa". La figura di Obama viene definita "direttamente all'opposto di quella di rispettabili neri americani". Zawahri accusa poi Obama di aver voltato le spalle alle proprie origini islamiche per il suo sostegno a Israele e di essere al servizio degli ebrei. Il numero due, nel messaggio che gli viene attribuito, promette anche un fallimento al piano di Obama di spostare truppe in Afghanistan, sostenendo che l'America verrà sconfitta nel Paese.

s.casiraghi

© riproduzione riservata

Tags