Giovedì 11 Dicembre 2008

Carne alla diossina, l'Asl: evitare psicosi

Evitare allarmismi per non suscitare timori immotivati nei cittadini». Lo chiedono i commercianti comaschi del settore alimentare, commentando le recenti notizie sulla possibile contaminazione da diossina delle carni suine provenienti dall’Irlanda. «Le importazioni di carne di maiale di provenienza irlandese sono pari a zero o quasi - spiega il funzionario dell’Upcts Osvaldo Filippini - Non c’è assolutamente nessun allarme, anche perché l’Asl lavora in modo egregio su questi aspetti, i controlli sono frequenti e la collaborazione da parte nostra è massima». I commercianti del settore alimentare temono soprattutto l’effetto-psicosi: «Il ministero si è attivato subito, togliendo dalla circolazione tutte le partite di carne di maiale irlandese, pertanto è opportuno non veicolare notizie fuorvianti per i consumatori». La Coldiretti smentisce, in particolare, l’esistenza di rischi connessi al consumo di prodotti tipicamente natalizi come il cotechino e lo zampone: «La maggior parte proviene dalla produzione nazionale oppure è di carattere artigianale, talvolta acquistato direttamente dagli allevatori».

© riproduzione riservata