Venerdì 18 Giugno 2010

Un solo impiegato in ufficio
Petizione contro le poste

CASNATE CON BERNATE - Il disservizio all'ufficio postale è questione ben nota a tutti i cittadini. Ritardi, code infinite e grandi perdite di tempo sono all'ordine del giorno fra le mura della posta e le voci di disapprovazione da parte dei casnatesi sono la costante colonna sonora fra la gente in coda allo sportello. «Non è possibile che in un paese di quasi 5000 abitanti vi sia un solo impiegato deputato all'evasione dei bollettini postali», è il coro unanime. Dopo l'ennesimo disguido, però, alcuni abitanti si sono recati dal sindaco per rimarcare la pesante situazione. «Non è nelle facoltà del primo cittadino prendere provvedimenti per sanare questo tipo di malfunzionamento di un ufficio che è pubblico - precisa il sindaco Fabio Bulgheroni - ma intendo farmi portavoce dei miei cittadini presso il dirigente dell'ufficio centrale delle poste di Como, con un esposto in merito».

Per dare ancora più forza alla protesta, in paese è stata avviata una raccolta di firme fra la popolazione a supporto delle lamentele. La sottoscritta protesta dei cittadini sarà poi consegnata proprio al sindaco: «Certamente - prosegue Bulgheroni - un mio sollecito all'ufficio centrale delle poste, azione che partirà a breve, forse già la prossima settimana, supportato anche dalla voce dei cittadini, potrebbe, in certo qual modo, rivelarsi più incisivo e si spera risolutivo di una situazione ben nota in paese e che si protrae ormai da troppo tempo».
L'ufficio postale di Casnate con Bernate è, da sempre, al centro di polemiche da parte della cittadinanza: tutti, per esempio, temono il sopraggiungere del periodo estivo quando frequentemente capita di non ricevere la posta anche per lunghi periodi, a causa della cronica mancanza di postini, a ranghi ridotti per i turni feriali.
Una situazione che provoca non pochi problemi e che, in più di un'occasione, ha costretto i destinatari di missive con una scadenza, come le bollette, a pagare la multa perché i conti venivano saldati in ritardo.
Eleonora Ballista

s.ferrari

© riproduzione riservata