Coronavirus, sei morti in 24 ore  Altre quaranta persone contagiate
Militari dell’esercito pattugliano il centro di Como, sempre più deserto (Foto by andrea butti)

Coronavirus, sei morti in 24 ore

Altre quaranta persone contagiate

Il morbo ha aperto una breccia all’ospedale di Cantù: positivi tre medici e due infermieri

Fa registrare almeno sei morti (i dati ufficiali sono sempre meno trasparenti) il mesto bollettino quotidiano sul coronavirus in provincia di Como. La zona più colpita, ieri, è stata quella del lago, con vittime a Dongo, Tremezzina e Bellagio. Morti anche a Casnate con Bernate, Carugo e Uggiate Trevano. Relativamente più tranquilla la contabilità dei contagi, che secondo la Regione ha fatto registrare “soltanto” 36 nuovi casi. Il totale degli ammalati nel Comasco sarebbe dunque di 256 persone: in Lombardia soltanto Sondrio (112) e Varese (232) registrano numeri più bassi.

Fra le brutte notizie, invece, la breccia aperta dal coronavirus all’ospedale Sant’Antonio Abate di Cantù, dove sono risultati positivi al virus due infermieri e un medico del Pronto soccorso (sanificato e riaperto) e due medici di Ortopedia, reparto che ora garantisce solo l’ambulatorio.

TUTTI I SERVIZI SUL QUOTIDIANO DI OGGI
UN GRAZIE AGLI EDICOLANTI AL LAVORO


© RIPRODUZIONE RISERVATA