Venerdì 30 Maggio 2008

La Casa per i bimbi maltrattati
inaugura il 7 giugno a Brunate

BRUNATE Cambia il nome, da Casa alloggio a Casa dei Tigli. Rimane la gestione, della sorelle francescane Ancelle del Signore guidate da suor Giovanna Pedrali. Si allarga la missione. Non solo sostegno e aiuto alle madri e ai bambini disagiati e in difficoltà, ma anche punto di riferimento territoriale che affronta in modo accorto e "sensibile" il tema della violenza familiare sui minori.
Immersa nel verde del grande parco, la nuova comunità - il cui nome sarà Tiglio Rosso - si pone l’obiettivo di attivare un percorso riabilitativo dell’identità violata del minore, supportando e favorendo - ove possibile - la ricostruzione affettiva ed emotiva delle relazioni familiari e dei membri che ne compongono il nucleo.
L’inaugurazione sarà sabato prossimo (7 giugno), con un open day dalle 10 alle 19 è aperto a tutti.
Alle 11 ci sarà l’inaugurazione ufficiale, seguita dalla messa celebrata dal vescovo di Como monsignor Diego Coletti. Alle 13 buffet, occasione per scoprire i sapori della cucina naturale e biologica.
Nel corso del pomeriggio laboratorio Artistico accoglierà i bambini per attività ludico-creative  e dalle 17 «Musiche e letture intorno ai tigli» con il supporto di Ex-Libris di Como e il gruppo musicale Dadgad.
Come scenografia dell’intera giornata la mostra "12 artiste per il progetto tiglio rosso" che vede coinvolte 12  artiste donne: opere ispirate alla Casa dei Tigli a creare un percorso visivo, tutto al femminile. I fondi ricavati dalla vendita delle opere saranno destinati a sostenere la nuova comunità. Le stesse opere saranno visibili e acquistabili sul sito ufficiale della Casa dei Tigli, con sistema sicuro paypal (www.casadeitigli.org).
Il fenomeno dei maltrattamenti in famiglia è aumentato,  per questo aprirà una vera e propria Comunità educativa di accoglienza per minori da 0 a 10 anni segnalati al Tribunale per i Minorenni e allontanati dalla famiglia con provvedimento di urgenza. L’allontanamento si rende necessario quando la conflittualità e la violenza nella coppia - unite alla trascuratezza, al maltrattamento, alla violenza e all’abuso fisico o psicologico  - mettono l’intero nucleo familiare, e il bambino in particolare, in una posizione di grande vulnerabilità e pericolo.
In questi frangenti il Tiglio Rosso si offrirà come luogo sicuro in cui il bambino verrà accolto e protetto, una vera e propria casa in cui vivere sereno (con una permanenza complessivamente non superiore ai 18 mesi) mentre gli operatori dei servizi e delle stesse comunità lavorano per giungere a una soluzione della crisi che investe il nucleo familiare d’origine.
La nuova struttura
Il Tiglio Rosso ha un accesso indipendente ed è collocato al secondo piano della Casa dei Tigli. Sono disponibili per gli ospiti tre camere da letto doppie e una singola con servizi  igienici, una sala da pranzo, una cucina, un soggiorno/salotto, una stanza gioco e un laboratorio di arte terapia, inoltre una camera da letto è per gli educatori. Gli spazi sono stati pensati per i bambini.
Per dare corpo al progetto e garantirne l’efficienza e il servizio, occorrono fondi. Sul sito Internet http://www.casadeitigli.org si possono effettuare donazioni tramite la modalità paypal.

a.savini

© riproduzione riservata