Martedì 10 Giugno 2008

Nuovo record per diesel e benzina
E gli italiani non vanno in vacanza

Nuovo record di benzina e gasolio, che raggiungono quota 1,54 euro a litro. Per l'Adoc sono aumenti che, oltre ad incidere sul carovita, compromettono le possibilità di vacanza degli italiani.
"Un italiano su quattro rinuncerà alle vacanze per colpa delle maggiori spese da sostenere per gli spostamenti- dichiara Carlo Pileri, presidente dell'Adoc- rispetto allo scorso anno, difatti, la spesa per un pieno di benzina è aumentata in media di 16 euro (+26,2%), per uno di gasolio circa 22 (+38%)". Se a queste si aggiungono le maggiori spese da sostenere anche per ristoranti e alberghi, i cui costi sono lievitati anche del 20%, in un anno, causa inflazione trainata dal caro carburanti- aggiunge- è facile capire perchè solo il 25% degli italiani potrà permettersi di partire quest'estate». Si discute di Robin Tax per ridare ossigeno ai consumatori.
L'Adoc è d'accordo in linea di principio, ma chiede un controllo sugli effetti dell'intervento. Secondo Pilieri, infatti, c'è il rischio che, "imponendo una tassa sui maggiori utili dei petrolieri, si generi uno scarico sui prezzi finali dei prodotti". Per questo la richiesta al governo è di "un incontro per approfondire la questione e l'istituzione di una commissione di controllo di cui siano membri anche le associazioni dei consumatori". Inoltre, per i settori pesca, agricoltura e autotrasporto, strategici per il Paese, "dovrebbe essere prevista una defiscalizzazione sul gasolio. Tale da permettere un'effettiva diminuzione dei prezzi - chiarisce - a vantaggio dei consumatori finali. Anche in questo caso si dovrebbe prevedere una forma di controllo, in modo da non far diventare la defiscalizzazione un ulteriore fonte di guadagno per le tre categorie".

s.casiraghi

© riproduzione riservata

Tags