Martedì 01 Aprile 2008

Prezzi in calo fuori Como
In città prezzi alle stelle

Como - Flessione dei valori nella prima periferia e tenuta in Centro e semicentro. Il mercato immobiliare di Como negli ultimi sei mesi è stato piuttosto altalenante. Dopo un agosto e un settembre buoni, nei mesi successivi si è avuto un calo nelle trattative, per poi avere una leggera ripresa a dicembre. Un freno legato anche alla crisi dei mutui che ha coinvolto i piccoli risparmiatori. Dall’ultima rilevazione dell’Ufficio Studi Gabetti, emerge come sia il centro storico, delimitato dalle mura, a presentare i valori più alti, zona caratterizzata da palazzi d’epoca del ’500 e ’600, quasi tutti ristrutturati: i prezzi raggiungono i 4.000-4.500 euro al metro quadro. Tutt’intorno alla zona centrale, in condomini degli anni ’60-70, la quotazione scende quasi della metà a 2.800 euro al metro. Sempre in zona centrale, nel quartiere S. Agostino, per esempio, gli stabili di pregio anni ’60-’70 di fianco alle ville singole degli anni ’30-’50. Qui, le cifre si allineano al massimo di 4.200 euro al metro quadro per soluzioni di lusso ma scendono anche fino a 1.600 euro al metro per un locale da ristrutturare. Quasi improponibili i prezzi su lungo lago di Como, le punte massime raggiungono i 6.000 euro al metro per immobili di lusso.
Appena fuori città, le quotazioni sono in calo: Albate e Camerlata, dove oltre 500 nuovi alloggi vengono venduti a un prezzo massimo di 2.100 euro al metro rispetto a soluzioni in buono stato dai prezzi di 1.700-1.800 euro al metro.
Dalle case nuove agli alloggi Iacp, tipici della parte alta di San Martino: vengono ceduti a 2.500-2.600 euro al metro.
Ponte Chiasso, al confine con la Svizzera, in un’area urbanizzata che è andata ad occupare quella che fino agli anni ’70 era una verde collina alle pendici del Castello Reina di Quarcino, la tendenza alla diminuzione dei prezzi è in seguito alla sostituzione fra funzioni di residenza e funzioni commerciali e terziarie.
Monte Olimpino, al confine Ovest con la Svizzera e Ponte Chiasso e a Est con la Circoscrizione 7 del Comune di Como (via Bignanico) si è sviluppato urbanisticamente attorno alle numerose frazioni e casolari dell’omonimo ex-comune i valori immobiliari oscillano tra i 1.700-1.800 euro al metro quadro.
Un ultimo capitolo il rapporto della Gabetti lo riserva alla riqualificazione dell’area ex Ticosa, un’area industriale di ampie opportunità immobiliari su un’area di 42.000 metri quadrati. Secondo il progetto, ancora in fase di approvazione, sono previsti una serie di interventi a cominciare dalle strutture residenziali per 15.000 metri quadri, negozi piccoli e medi per 8.500 metri quadri, servizi per le imprese e servizi di quartiere per 4.700 metri, un  centro  fitness, un  hotel, un  centro espositivo secondo le intenzioni del Comune, da far sorgere nell’area della storica centrale elettrica Santarella. La consegna è prevista per il 2010.
S. Cas.

s.casiraghi

© riproduzione riservata