Sabato 16 Agosto 2008

Santo Domingo: morte 4 italiane
Una è un'insegnante di Morbegno

Sono quattro e tutte identificate le vittime italiane dell'incidente  nella Repubblica Dominicana. E fra queste Rossella Galbusera, insegnante valtellinese di 50 anni. Insegnava alle medie di Morbegno. La donna era in vacanza con il marito, medico dentista, uscito miracolosamente illeso dall'incidente. Il figlio, di 23 anni, era invece rimasto in Italia.
Le altre vittime sono Nadia Cosco, 21 anni, diplomata di Vercelli, che si trovava in vacanza a Santo Domingo con il fidanzato Andrea Marotta, rimasto ferito in modo non grave a una gamba. Sempre del Vercellese un'altra vittima, Lietta Marucco, trentenne di origine coreana di Borgo d'Ale, ma residente a Torino, dove lavorava dopo avervi conseguito la laurea in Lingue straniere. Era la figlia del preside della scuola media del paese piemontese e apprezzata professionista nel campo della pubblicità e copywriter per alcune agenzie pubblicitarie. Fra gli ultimi lavori la campagna per la Fiat 500. La quarta vittima è un'altra donna, di Firenze: Cinzia Zaottini, aveva 45 anni
Solo uno dei feriti versa in condizioni più serie: si tratta di una bambina, operata nella notte a Santo Domingo.
L'ambasciata e il consolato onorario nella Repubblica Dominicana stanno prestando assistenza ai feriti italiani. A parte la bambina operata nella notte, tuttavia, le condizioni degli italiani sopravvissuti al terribile incidente nei pressi di La Romana non è particolarmente preoccupante.
Il bilancio complessivo dello schianto frontale tra due pullman è di 29 morti. Per velocizzare e facilitare la partenza dei parenti dall'Italia, la Farnesina si è attivata con i tour operators per organizzare tempestività i viaggi a Santo Domingo di quanti hanno espresso desiderio di recarsi sul posto. Le quattro vittime identificate, si precisa dalla Farnesina, non sono state ancora formalmente riconosciute.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags