Lunedì 01 Settembre 2008

Scatta il coprifuoco
Vietati i capanelli di ragazzi di notte

VENIANO Bevono e spaccano i giochi nei parchi. Poi stanno in giro ben oltre l’una di notte, facendo preoccupare i genitori e impazzire gli operatori ecologici che il giorno dopo devono raccogliere una quantità infinita di bottiglie di birra. Danno fastidio a chi vive nelle vicinanze e preoccupano chi vuole loro bene. Per i giovani senza stimoli e senza principi si mobilitano loro parroci, sindaci, poliziotti, carabinieri e pure il prefetto Sante Frantellizzi.
NIENTE CAPANNELLI
Il sindaco di Veniano Elio Rimoldi vuol fare la sua parte. Prima li ha presi con le buone, girando di notte tra piazze, posteggi, giardini comunali per richiamarli all’ordine. Ora tenta di proteggerli con un coprifuoco. A fine settembre partiranno una serie di ordinanze per il settore sicurezza. Una riguarderà proprio loro,
l’ORDINANZA
Gli obiettivi sono far bere meno birra ai ragazzi, fare in modo che si comportino bene e non distruggano niente perchè non hanno niente di meglio da fare. L’ordinanza sarà più di un invito.
AUTO CIVETTA
Il pacchetto sicurezza diventa operativo con auto civetta e ordinanze mirate. Il primo cittadino Rimoldi non ha perso tempo e si muove con “creatività”, seguendo l’esortazione del ministro Maroni. «Stiamo attuando quello che il governo ci ha dato la possibilità di fare - spiega -. È un passo importante perchè mostra attenzione anche per i problemi dei piccoli paesi e rende partecipi sindaci e polizie locali». Primo punto fermo dell’”applicazione venianese” del decreto Maroni è il servizio in borghese della polizia locale con auto civetta per il controllo notturno del territorio.
I FURTI
L’iniziativa è nata da alcuni episodi di furti. «Si tratta di un controllo a tappeto, via per via, attivato dopo i diversi furti nelle abitazioni che ci sono stati segnalati-spiegano i due agenti della polizia locale-Intervento a supporto delle forze dell’ordine che vengono allertate quando la nostra competenza finisce».
GLI AFFITTI
Rimoldi promette anche a breve ordinanze sui contratti di locazione stipulati con extracomunitari.«Sarà verificata la regolarità dei contratti di affitto stipulati con extracomunitari, del lavoro e del loro reddito ed effettuati controlli accurati nei cantieri edili che utilizzano manodopera straniera».

a.savini

© riproduzione riservata