Giovedì 01 Gennaio 2009

Superenalotto, ci siamo giocati un patrimonio
23 milioni di euro in un anno

Sarà stato il montepremi record raggiunto nei mesi scorsi. O forse la crisi economica. Fatto sta che i comaschi si affidano sempre più alla dea bendata. E i numeri parlano chiaro. Nel 2008 in provincia di Como è aumentata del 33,5% rispetto all’anno precedente la cifra investita in giocate al Superenalotto: si è passati, infatti, da 17,5 a 23,4 milioni di euro (23.455.000 per la precisione). I cittadini lariani hanno speso, dunque, quasi 6 milioni in più. Un dato che vale al nostro territorio il quinto posto in Lombardia (dove sono stati investiti complessivamente 441 milioni di euro per il Superenalotto). E proprio la nostra è la regione in cui si scommette di più: 9 miliardi di euro nel 2008 (la metà destinati alle new slot dei bar), pari al 20% della raccolta italiana, calcolando Superenalotto, Gratta e vinci, lotterie e scommesse.
Proviamo a delineare i contorni di una vera e propria mania. In provincia di Como, in sostanza, i cittadini hanno giocato in ricevitorie e tabaccherie ogni mese quasi 2 milioni di euro soltanto al Superenalotto, cifra pari a 63mila euro al giorno, 2.627 euro all’ora (notte compresa), 43 euro al minuto. Una moda incontrastata. Acuita, secondo gli esperti, proprio dalla crisi economica, che spingerebbe a puntare sempre più sul gioco d’azzardo, sognando il “colpaccio” che cambia la vita. Ma la probabilità di indovinare la combinazione vincente e portare a casa il jackpot resta sempre la stessa: una su 622 milioni. In termini assoluti, escludendo Milano, è stata Brescia la città in cui si è speso di più per il Superenalotto (46,9 milioni quest’anno), seguita da Bergamo (37,4 milioni), Varese (33,7) e Como. Molto gettonati, sul Lario, anche i Gratta e vinci, tanto che le agenzie specializzate stimano per la provincia di Como una spesa media vicina ai 10 milioni di euro al mese, con un incremento significativo anche in questo caso rispetto al 2007. C’è persino chi ha acquistato molti tagliandi e li ha utilizzati come regali di Natale per parenti e amici.

© riproduzione riservata