Lunedì 23 Giugno 2008

Telefona mentre è in bici
Multato dai vigili:148 euro

Vai in bici per non inquinare. Ma la due ruote può essere lo stesso un pericolo se usata senza pèensare troppo al codice della strada.
Lo pensano i vigili di Verona che hanno multato per 148 euro uno studente sorpreso a telefonare mentre pedalava in centro storico.
"Pensavo a uno scherzo - ha commentato stupito il giovane - e invece hanno tirato fuori il blocchetto e hanno scritto. Avevo anche voglia di reagire male, poi mi sono calmato". Il giovane ha comunque presentato ricorso.
Inflessibili i vigili urbani per i quali il giovane ha trasgredito l'articolo 173 del Codice della strada. Parlare al cellulare senza auricolare - hanno spiegato- è un comportamento vietato e anche pericoloso, poichè non si tengono entrambe le mani sul manubrio.
Recita il secondo comma dell'articolo 173: "È vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore, fatta eccezione per i conducenti dei veicoli delle Forze armate e dei Corpi di cui all'articolo 138, comma 11, e di polizia..." Per l'articolo 173 chiunque viola queste disposizioni è soggetto ad una sanzione "da 148,00 a 594,00 euro".
Ma non tutti sono d'accordo. A contestare codice e vigili è il vincitore del Giro d'Italia 2007, Danilo Di Luca. "Sono fuori di testa. Per prendere i soldi i Comuni non sanno più che cosa fare - ha risposto Di Luca.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags