Sabato 03 Dicembre 2011

DOMENICA 4 DICEMBRE (DENNIS WILSON DAY)




 

www.lasettimanain.com

DOMENICA 4 DICEMBRE (DENNIS WILSON DAY)

Buongiorno,
mi sbagliavo o, più semplicemente, avevo contato male: non sono due bensì tre le palle dei balocchi in piazza Cavour. Non credo, però, visti gli abituali costi della natalizia manifestazione, che si tratti di un caso rapportabile all'antico detto "tre palle, un soldo". In compenso la zona si conferma patria dell'artificiale: dopo il verde prato che avevamo tanto amato, ecco la neve di plastica con i fiocconi - palla di plastica. Nelle bancarelle prodotti tipici del territorio fra cui svettano le pantofole pelose in foggia d'Homer Simpson, tipica maschera dell'Alto lago. Ma i bambini, gli stessi creaturi che si divertono a tirarsi fango ai bordi delle pozzanghere, i bambini sono contenti. Per forza. Anzi, è un ordine.

Brano acconcissimo: http://www.youtube.com/watch%3Fv%3DLXl6praLCxw

 
Immagine LIGHT OF DAY

Figino Serenza, various locations, just 15 bucks (sì, insomma, 15 sacchi per sostenere la ricerca e la lotta alla malattia di Parkinson)
Programma:
ore 16 al Teatro dell'oratorio, viale Rimembranze: proiezione in prima assoluta italiana del film documentario Just around the corner (USA, 2011, 90 minuti) di Jim Justice e Steve Caniff con Bob Benjamin, Bruce Springsteen, Michael J. Fox, Jesse Malin, Willie Nile, Joe D'Urso e Vinnie Pastore.
È la storia di Bob Benjamin, fondatore della Light of day foundation, e della sua battaglia contro il Parkinson. Il film esplora non solo la malattia e le sfide che affronta chi ne è affetto, ma anche come Bob ha reagito alla diagnosi: ha scelto di contrattaccare e ha scelto come arma qualcosa che gli era vicino e caro: il rock'n'roll. Quella che è iniziata come una festa di compleanno per lui in un piccolo club, con le esibizioni dei musicisti suoi amici, si è trasformata in una mobilitazione mondiale, un movimento che ha già raccolto più di un milione di dollari per la ricerca sul Parkinson. Il documentario mostra cosa possono fare un solo uomo e un gruppo di amici devoti e appassionati.
ore 18 nella sede dell'Associazione pensionati, via Cavour, esibizioni di Daniele Tenca, Rob Dye, John Strada e Francis Carnelli
ore 19.30, stessa sede, possibilità di cenare con gli artisti (posti limitati, solo su prenotazione a pomodorimusic@gmail.com, prezzo 15 sacchi)
ore 21: in teatro: Emanuele & Antonio Filippini & The Stalkers. Calciatori qui in veste di musicisti per aprire la XII edizione del Light of day
ore 21.30 sempre in teatro James Maddock, Willie Nile, Israel Nash Gripka, Joe D'Urso, Andrea Parodi & Fulvio At Renzi.

NdA: più che una manifestazione è una una chiamata alle armi all'insegna del rock'n'roll. BIRBA chi manca...

Immagine FESTIVAL AUTUNNO MUSICALE A COMO

Foyer del Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 11, biglietti a 5 sacchi (ridotti a 3 sacchi)
Il suono italiano. Daniela Cammarano al violino (un prezioso strumento di Giovanni Battista Guadagnini, anno 1780) e Alessandro Deljavan al pianoforte. In programma Intermezzo per violino e pianoforte di Guillaume Lekeu; Sonata in la maggiore per violino e pianoforte di César Franck e Sonata in fa minore op.80 per violino e pianoforte di Sergjej Prokofiev.

NdA: nello stesso momento (non la metto come segnalazione perché se ci potete andare, non potete leggerla qui e se potete leggerla qui significa che non ci potete andare) il Teatro Sociale si sposta in carcere. "Un'iniziativa che dà l¹avvio a una preziosa collaborazione. Nel teatro polivalente della struttura, la scuola di ballo del teatro presenterà due atti unici, Untitled e Un sogno di mezza estate. Le coreografie sono state curate da Simonetta Manara Schiavetti direttrice della scuola".
http://www.autunnomusicalecomo.it

Immagine DESTINAZIONE GLORIA: NUOVI MONDI NUOVE VISIONI

Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 15, ingresso a 2,50 sacchi
18 ius soli di Fred Kuwornu. È un film documentario premiato dall'associazione Amici di Giana con il Premio Mutti. Diciotto storie di ragazze e ragazzi nati e cresciuti in Italia ma con origini asiatiche, sudamericane, africane e residenti in aeree geografiche diverse dell'Italia. Sono ragazzi nati in Italia, figli di immigrati: studiano nel nostro Paese, parlano la nostra lingua e i nostri dialetti, molto probabilmente non sono nemmeno mai stati nel paese d'origine dei loro genitori né, spesso, ne parlano la lingua. Eppure non sono riconosciuti cittadini italiani come tutti gli altri. Per ottenere la Cittadinanza italiana devono, infatti, al compimento del diciottesimo anno, sottoporsi a un iter burocratico lungo e complesso, che non sempre termina con esiti positivi per il richiedente, con conseguenti e inevitabili gravi problemi di inserimento sociale e d'identità. Oltre alle loro storie sono stati intervistati s ociologi e politici italiani. È uno dei primi documentari "grassroot" prodotti in Italia, con lo scopo di essere utilizzato come piattaforma dal basso per generare una campagna sociale di Cambiamento rivolta agli stessi attori sociali che ne   sono anche gli artefici.

NdA: anche il regista è un bolognese (come si evince dalla foto) di origine ghanese...
http://www.arcixanadu.it

Immagine I MAESTRI DELLA MUSICA A SPAZIO TRIBÙ

Via Tripoli 2/a Cantù, ore 16, ingresso libero
Due incontri con due professionisti di fama internazionale che hanno suonato e collaborato con i più importanti musicisti italiani e stranieri. Due incontri gratuiti aperti a tutti i musicisti che vogliono scoprire i segreti di chi ha fatto la storia della musica italiana. Oggi workshop di batteria con Walter Calloni. Ha  iniziato giovanissimo la sua attività musicale, suonando già a sedici anni con Eugenio Finardi e Alberto Camerini nel gruppo Il Pacco. Collabora con altri musicisti dell'etichetta Cramps, come Lucio Fabbri e Hugh Bullen. Nel 1975 suona a Parco Lambro con Finardi per lo storico Festival del proletariato giovanile e incide La musica ribelle, mentre a 18 anni suona con Battisti in Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera. Nel 1977 con Bullen si trasferisce in Inghilterra, registrando anche l'album Master Minde con Wendell Richardson, chitarrista del gruppo afrofunk Osib isa. Quando, nel 1980, Franz Di Cioccio assunse il ruolo di cantante della Premiata Forneria Marconi, Calloni lo affianca durante i concerti, fino a diventare membro effettivo del gruppo. In quegli anni collabora anche con molti altri artisti, come Fabrizio De André in Crêuza de mä e Le nuvole, gli Area in Maledetti, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Franco Battiato, Ivan Graziani. Nel 1984 Calloni entra nel team di insegnanti del Centro professione musica di Franco Mussida. Nel 1986 forma gli Chandé con Stefano Cerri e Candelo Cabesas, con i quali nel 1988 partecipa al tour Schizzichea with love di Pino Daniele, partecipazione seguita da numerosi altri tour come quello dal 1988 al 1990 di Franz Di Cioccio, o il Discanto del 1989 di Ivano Fossati. Nel 1993 con Massimo Colombo e Stefano Cerri fonda il gruppo Linea C, pubblicando il CD Linea di confine, seguito da Mappa di un possibile viagg iatore del 1996 e Salti ed assalti del 1999. Nel 2002 esce il primo disco con il proprio nome, Collection, seguito nel 2005 da No budget. Da sempre attivo e dedito alla didattica, nel 2008 ha ideato L'arte della batteria college, una scuola dedicata ai batteristi, dove è direttore e insegnante, al Borgo della musica a Milano.

NdA: alla faccia del curriculum...
http://www.spaziotribu.org

Immagine STAGIONE CONCERTISTICA

Sala Musa, Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 16.30
Presentazione dell'album La stella del gruppo di musica popolare D'Altrocanto. "Noi siamo i tre re, venuti dall'Oriente ad adorar Gesù. E or noi ce ne andiam ai nostri paesi da cui venuti siam". Parole semplici, che indicano come l'avvicinarsi alla nascita di Gesù comporta un itinerario, un viaggio, un attraversamento di più territori, situazioni, culture, che richiedono una disponibilità alla sosta e alla condivisione con genti inizialmente altre. Un avvicinamento che non può essere inteso solo come atto individuale: assume necessariamente una dimensione collettiva, un unirsi che arricchisce e rafforza la dimensione interiore. Così, anche il ritorno ai nostri paesi avviene solo dopo tale esperienza di incontro e grazie a essa. Non hanno senso ripiegamenti, chiusure in se stessi, né il ritenersi gli unici depositari della vera fede. Da parte nostra, per essere coerenti con questa rap presentazione del Natale abbiamo voluto attraversare idealmente più territori: regioni della Francia, della Germania, del Nord e Sud Italia. Abbiamo altresì cercato di mostrare come è proprio l'eterogeneità dei fatti musicali che aiuta a comporre un risultato unitario".

NdA: il concerto dell'altra sera è stato suggestivo, quello di oggi è adattissimo anche per i bambini, visto anche l'orario comodo...
http://www.associazionecarducci.it/
Immagine AL TEATRO NUOVO

Via Lissi 11, Rebbio, ore 16.30, biglietti a 12 sacchi
Gli Amici di Zinvie sono un gruppo che si occupa di raccogliere fondi, principalmente attraverso spettacoli teatrali, per sostenere progetti missionari in Africa, India e, più recentemente, anche in Perù e Cile. Lo spettacolo di quest'anno è una libera interpretazione di Sister Act.

NdA: so di essere un caso raro, anzi rarissimo, anzi unico, ma io non ho mai sopportato neanche il film. Però... se è per una buona causa...
http://www.amicidizinvie.it
Immagine A LA FELTRINELLI

Via Cesare Cantù 17, ore 17, ingresso libero
Eloisa Guarracino presenta Il missoltino dispettoso e altre storie. La prima raccolta che inaugura la collana delle BabyFiabe, non poteva che riguardare Como e la sua provincia, come si evince inequivocabilmente dal titolo. Nove fiabe ambientate in luoghi noti del territorio, impreziositi da apposite illustrazioni e da una vivace veste grafica. A tutto questo, si aggiunge il vantaggio didattico del testo a fronte in inglese, quanto mai efficace per avvicinare fin da piccoli i propri figli alla conoscenza di questa lingua.

NdA: ... toh, questo mi ricorda che devo rinnovare la tessera dell'Erode Fan Club per il 2012...

Immagine APERITIVO IN BLUES

Woodstock, s.s. dei Giovi, Grandate, ore 18, ingresso libero con consumazione (a 5 sacchi)
Concerto della Marco Rosa Band. Il gruppo, nato nel 2000, con il nome The Single Blues, propone un lungo viaggio tra il blues e il rock- blues, proponendo alcuni classici rivisitati e pezzi in chiave più moderna senza però rinunciare alla ricerca di un proprio stile ben definito. Dal Texas al delta del Mississipi, da Chicago a Memphis il repertorio include brani di Albert King, B.B. King, Stevie Ray Vaughan, Van Morrison, Jimi Hendrix, ZZ Top, Popa Chubby, Tommy Castro, Joe Bonamassa, Creedence, Elvis Presley e tanti altri. Dopo circa un ottantina di concerti, tra cui la partecipazione ad alcuni festival importanti, una partecipazione in Radio RAI e un demo CD, si manifesta l'esigenza di un cambiamento in particolare alla ricerca di un sound più curato e raffinato. Sull'onda di questo rinnovamento all'inizio dell'anno 2005 si hanno alcuni cambiamenti all'interno del gruppo che porta alla realizzazione dell'album Across the borderline. A oggi la band ha avuto altre rivoluzioni in organico fino al cambiamento del nome in di nome in quello attuale. La Marco Rosa Band comprende Marco Rosa (chitarra elettrica e voce), Tamara Leporini (voce), Riccardo Bianco (sassofono), Carlo Macchi (basso) e Alessandro Lospalluto (batteria).

http://www.myspace.com/marcorosaband

Immagine APERÒ

All'Unaetrentacinquecirca, via Fossano 20, ore 19.30, Cantù, ingresso libero (con consumazione)
Dj set di Edj: It's only rock'n'roll.

NdA: ah, però...

Immagine AL BEBOP LIVE CAFÈ

Via Paoli 46, Como, dalle 20, ingresso libero (con consumazione)
Aperitivo alle 20 con intrattenimento musicale a base di pura energia percussiva afro, alle 21 Max e altri group, alle 21,30 La Moranera in concerto presenta il terzo album Acqua in Bocca. Nell'ambito della promozione culturale di nuovi stili di vita orientati all'economia solidale, l'album tratta di risparmio energetico e fonti di energia rinnovabili, di finanza etica, e in particolare di tutela dell'acqua come ricchezza di tutti, pubblica e non mercificabile. Nel disco questi argomenti vengono affrontati con la consueta solarità e leggerezza, nella solida tradizione world della band, spaziando dalle sonorità del West Africa ai ritmi del Sud Italia, dalle atmosfere folk di Bahia a Cefalù, dalle valli ai piedi del Matchu Pitchu alla Val d'Intelvi.

NdA: grandi che fanno anche la promo natalizia: "quest'anno invece di regalare le solite candele aromatiche (per non dire di peggio), metti sotto l'albero di Natale dei tuoi amici un disco della Moranera: disponibile il nuovo Acqua in bocca e, in grande offerta a 4 sacchi il penultimo disco Scirocco da Sud. E se ne prendi dieci (10) prezzo speciale 3 sacchi".
http://www.moranera.it

Immagine ALLO SPAZIO GLORIA

Via Varesina 72, ore 21, ingresso a 7 sacchi
Il giorno in più (Italia, 2011, 111 minuti) di Massimo Venier con Fabio Volo, Isabella Ragonese, Pietro Ragusa, Stefania Sandrelli, Roberto Citran, Luciana Littizzetto e Lino Toffolo.
Giacomo è un ottimo lavoratore, oltre a essere un donnaiolo incallito che evita di impegnarsi sentimentalmente con qualsiasi donna. Un giorno, in tram, incontra una ragazza, dopo una serie di sguardi, Giacomo, pur non conoscendo il suo nome, se ne innamora follemente. Dopo averla osservata tutte le mattine sul tram, andando al lavoro, Giacomo riesce finalmente a parlarle e a invitarla a cena. Scopre che si chima Michela e che sta per trasferirsi definitamente a New York, avendo ottenuto un lavoro presso una casa editrice. Giacomo accetta un lavoro in Sud America, ma durante uno scalo aereo nei pressi della Grande mela, decide di cercare Michela. La ragazza si dimostra fredda nel rivederlo, perché avrebbe preferito tagliare definitivamente i ponti con la sua vita in Italia, così Giacomo le propone una sorta di gioco; fidanzarsi a tempo, solo per i pochi giorni che li separano dall'addio definitivo.

NdA: mi piace la sottile metafora suggerita dall'immagine...
http://www.arcixanadu.it
Immagine ALL'AGUAPLANO

Via Papa Giovanni XXIII, Cantù, ore 22, ingresso libero mit consumatzione
Concerto delle Gretels. Sono cinque ragazze che nel settembre 2009 decidono di impugnare gli strumenti e di dare vita a una pop rock band. Melania (voce), Alessandra (synth e voce), Sofia (chitarra), Lucia (basso) e Caterina (batteria) si rinchiudono in sala prove  lasciandosi ispirare dalle melodie degli anni Sessanta e dalle sonorità degli anni Ottanta. Tra il 2010 e il 2011 Il nome delle Gretels si espande in tutto il territorio comasco, suonando in prestigiosi festival come il Figino Rock Party, Lurago Summer Fest, Tour Bus, Amici! al Circolo Magnolia di Milano, fino ad arrivare nel luglio del 2011, alla pubblicazione del loro primo EP.

NdA: ...che io non ho: vuol, per favore, qualcuna o qualcuno farmelo avere? Grazie. Grazie.
http://www.aguaplano.net

FUORI SACCO

Immagine SENZA CONFINI - XVIII EDIZIONE

Cinema Teatro, via Dante 3b, Chiasso, ore 16, ingresso libero
Secondo appuntamento con Senza confini, grandi e piccini insieme a teatro, rassegna di spettacoli e manifestazioni dedicata al teatro per ragazzi. Lo spettacolo in programma, Il giardino giapponese, prodotto dal Teatro Metastasio, è un interessante esempio di teatro della percezione, in bilico tra web art e performing media. Ripercorrendo il fil rouge della Natura, Il giardino giapponese nasce da un racconto, la storia del viaggio di un bambino attraverso i diversi paesaggi del territorio giapponese. Due performer raccontano il viaggio di Shiro con una danza e invitano il pubblico dei bambini a entrare in un "ambiente sensibile", un grande tappeto animato da suoni e immagini, "un tappeto magico", dove grazie all'uso di sensori nascosti i ragazzi agiscono sulla scena, da soli o in piccoli gruppi.

NdA: sempre per il progetto "via i bambini dal centro abitato durante lo shopping prenatalizio", ottima idea...
http://www.chiassocultura.ch

La Settimana InCom di Alessio Brunialti
Questa pagina e' disponibile dalle ore 12 di ogni giorno all'indirizzo: www.laprovinciadicomo.it
Per inviare segnalazioni scrivi a: alessio@lasettimanain.com

In collaborazione con: Eden Design, Solfo.
Logo Brunialti-deformed by: Lorena Carpani

Per non ricevere più questa Newsletter ed essere rimossi dalla Mailing List della Settimana InCom fare click qui ed inserire l'indirizzo email nella sezione 'Rimozione'.

© riproduzione riservata

Tags