Mercoledì 05 Maggio 2010

Fiumi, parte il censimento
per poterli difendere

E' partito un censimento 'insolito': quello dei fiumi italiani. Ad effettuarlo sono oltre 600 volontari del Wwf in campo sulle sponde di 29 fiumi italiani per valutarne lo stato di salute.
Adda, Piave Tagliamento, Arno, Tevere, Volturno, Ofanto, Agri, Ippari, Rio Mannu solo per citarne alcuni: in tutto oltre 600 chilometri di corsi d`acqua che verranno monitorati per rilevare lo stato delle fasce fluviali e ripariali, delle zone di esondazione, per valutarne lo stato e avanzare proposte per la loro tutela, rinaturazione e valorizzazione.
Saranno poi censite le zone umide circostanti, le aree boscate, le zone agricole, i manufatti e le abitazioni, le cave, i depositi e le discariche, l`artificializzazione delle sponde e altri aspetti che consentiranno una visione completa delle aree indagate.
Tutti i tratti di fiume saranno inoltre dettagliatamente fotografati e i dati raccolti verranno elaborati con sistema Gis (Geographic Information System).
L'obiettivo, spiega Andrea Agapito Ludovici, responsabile del programma acque del Wwf Italia e della campagna Liberafiumi, è "disegnare una vera e propria mappa che può servire a salvare le vene blu del nostro paese".
I dati verranno resi noti alla vigilia della conferenza nazionale sulla biodiversità promossa dal ministero dell`Ambiente alla fine di maggio e nel prossimo autunno verrà presentata la proposta operativa per la tutela e gestione dei fiumi italiani.
I fiumi censiti sono sparsi in ogni regione italiana e sono: Adda (Lombardia), Piave (Veneto), Savio, Taro e Po di Primaro (Emilia Romagna), Arzino e Tagliamento (Friuli Venezia Giulia), Magra (Liguria), Arno (Toscana), Alto Tevere (Umbria), Tevere, Aniene e Melfa (Lazio), Sangro, Sagittario, Aterno e Pescara (Abruzzo), Biferno (Molise), Volturno (Campania), Ofanto (Puglia), Agri (Basilicata), Angitola (Calabria), Oreto e Foci della Sicilia Sud Orientale, Simeto, Ciane-Anapo, Irminio, Ippari, sempre in Sicilia e infine il Rio Mannu in Sardegna.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags