Venerdì 10 Settembre 2010

Contro le zanzare tigre
usate anche i pesci rossi

Sono state o lo sono ancora una vera e propria piaga per milioni di italiani. Ma adesso contro le zanzare tigre arriva un altro rimedio.
La novità arriva dal Pratese. Non ci sarà alcuna multa per i cittadini del Comune di Vernio che non mettono i pesci rossi nelle vasche dei loro giardini, "l'importante è che le stesse vengano tenute pulite e disinfettate". È quanto dice il sindaco di Vernio Paolo Cecconi spiegando che l'uso dei pesci rossi "è suggerito", insieme a quello di altri animali, ad esempio i pipistrelli, perchè si nutrono delle larve delle zanzare tigre. Il tutto è inserito in una campagna di sensibilizzazione della cittadinanza nella lotta al fastidioso insetto.
L'uso dei pesci rossi, infatti, è segnalato come "opportuno", insieme ad altre misure alternative all'utilizzo di insetticidi, in un depliant "che verrà distribuito alla cittadinanza e che accompagnerà l'ordinanza dove si fa esplicito riferimento alle multe, tra i 25 e i 500 euro" che colpiranno soltanto chi non si atterrà a una serie di obblighi quali tenere asciutti, puliti e disinfettati i ristagni d'acqua, ma anche mettere la sabbia nei vasi con i fiori finti.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags