L’indipendenza dei gatti ha meno appeal
La compagnia dei cani porterebbe, secondo uno studio, maggior felicità ai padroni rispetto a quella dei gatti

L’indipendenza dei gatti ha meno appeal

Avere un animale domestico migliora la vita, contribuisce alla salute del padrone di casa e dei suoi familiari, rende migliore l’ambiente umano e casalingo. Ma anche nel rapporto tra uomo e animale ci sono delle differenze, anche sugli effetti che il secondo ha sul primo. Come spiega il sito Greenstyle “un nuovo studio si addentra nella complicata relazione tra proprietari di cani e quelli di gatti, per dei risultati che non saranno forse graditi dagli amanti dei felini. A quanto sembra, infatti, si rileverebbero livelli più alti di soddisfazione e felicità fra chi si accompagna da un esemplare scodinzolante, rispetto a chi preferisce invece l’indipendenza di un micio”.

Lo studio, intitolato “Is Happiness a Warm Puppy? Examining the Relationship between Pets and Well-Being“, ha coinvolto un campione di 263 persone.

Spiega Greenstyle che i “proprietari di cani si sono dimostrati più felici rispetto a quelli di gatti, un fatto che può essere parzialmente spiegato dalla personalità, dallo stile di gestione delle emozioni e dalla soddisfazione dei bisogni”.

In una recente ricerca, tra l’altro è emerso come i cani amino più profondamente i loro compagni umani rispetto a quanto non facciano i gatti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA