Domenica 27 Marzo 2011

Tunisia, è tornata la calma
Ripartono tour e fughe benessere

Superato il momento critico che ha portato la Tunisia ad una svolta epocale, torniamo a proporre i luoghi più originali di una terra che è in grado di offrire atmosfere, colori, profumi e sensazioni uniche e intense. Valorizzando l'aspetto più suggestivo del deserto tunisino, Marysa Impellizzeri, titolare di Norama Tour Operator, ha selezionato le destinazioni e le sistemazioni dedicate a chi desidera ritagliarsi un momento di relax in modo raffinato, assaporando l'autenticità di luoghi intatti, perfettamente integrati nella natura che li circonda e regalandosi emozioni durature, memorabili e soprattutto ineguagliabili.

L'esperienza di un concerto di musica classica, all'interno di un teatro naturale nel cuore del Sahara, profittando del silenzio immobile del deserto, è davvero di grande effetto e di grande fascino. Norama abbina al concerto un tour che prevede sistemazioni sia in dimore di charme 4/5 stelle che una tenda privata in un accampamento di lusso. La prossima partenza è prevista per il 24 aprile per 5 giorni e 4 notti, a partire da euro 1.045 volo incluso. Per una breve fuga dedicata al benessere, Norama T.O. propone un weekend primaverile nella magia del Grande Sahara, nella meravigliosa Oasi di Tamerza dove una struttura di lusso coccola i propri clienti con una SPA in posizione panoramica nel cuore dell'Oasi di montagna, una struttura che si fonde armoniosamente col paesaggio circostante regalando una vista mozzafiato.

L'offerta prevede un tour in fuoristrada e una cena in una tenda berbera sotto il cielo stellato, illuminata da una miriade di candele, per un'atmosfera elegante e romantica. La formula di 4 giorni e 3 notti, con partenze il 21 e il 28 aprile e il 2 giugno, ha un costo da euro 665 volo incluso.

Info www.noramatunisia.it


«La Tunisia - dice Marysa Impellizzeri - ha vissuto dal 14 gennaio scorso, un cambiamento epocale che rimarrà impresso nella memoria e nel cuore di tutti. La "Rèvolte des Jasmins" ha segnato l'inizio di una nuova era per la Tunisia (e forse anche per il mondo): un'era piena di grandi nuove opportunità e speranze per ogni singolo individuo. Come ci ha confermato il nuovo Ministro del Turismo On. Medhi Houas, in occasione della conferenza stampa dello scorso febbraio a Milano, il turismo per la Tunisia rappresenta ben il 7% del Pil nazionale. (Per dovere di informazione desideriamo sottolineare che i punti di frontiera mostrati ripetutamente dai media negli ultimi tempi, sono da sempre utilizzati dai migranti e sono comunque lontani da qualsiasi percorso di interesse turistico e culturale) Il popolo tunisino vuole riprendere i normali ritmi di lavoro e di vita, nella propria terra, con l'accoglienza di sempre ed in tutta sicurezza: con più coinvolgimento, coscienti di essere tutti protagonisti del grande (ed insperato - fino a pochi mesi fa) cambiamento, non più procrastinabile, a tutela dei diritti dell'uomo. Nel Paese è ormai tornata la piena calma, e Vi invitiamo a scoprire la nuova Tunisia, le sue storiche bellezze, l'atmosfera di rinnovamento ed entusiasmo che vi si respira».

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags