Mercoledì 14 Aprile 2010

Troppi carboidrati iper-glicemici
ed è a rischio il cuore delle donne

Attenzione a non mangiare molti carboidrati ad alto indice glicemico, cioè quelli di cereali raffinati, zucchero (saccarosio), dolci, bevande zuccherate che si digeriscono subito e vanno veloci nel sangue. Una abitudine alimentare che alle donne può costare cara: infatti esiste la possibilità di  veder raddoppiato il rischio di patologie cardiache.
Il dato emerge da una ricerca pubblicata sugli Archives of Internal Medicine da Sabina Sieri della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Milano.
Gli esperti hanno coinvolto nel lavoro 47.749 adulti italiani, 15.171 uomini e 32.578 donne, e hanno monitorato il loro stato di salute per circa otto anni.
I ricercatori hanno chiesto loro che tipo di regime alimentare seguissero, in particolare concentrandosi sulla tipologia di carboidrati assunti. I carboidrati sono a basso indice glicemico quando rilasciano glucosio lentamente (per esempio i cereali integrali); ad alto indice glicemico quando, al contrario, rilasciano in fretta lo zucchero. Un consumo elevato di questi ultimi è stato associato in precedenti studi a maggior concentrazione di trigliceridi nel sangue e minor concentrazione di colesterolo buono.
Ebbene è emerso che le donne (ma l'associazione non è stata trovata per gli uomini) che mangiano più zuccheri semplici (dolci, snack, cereali raffinati e bibite) hanno un rischio di 2,24 volte più alto (più del doppio) di soffrire di patologia delle coronarie che è un apripista all'infarto.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags