Martedì 14 Settembre 2010

Attenzione agli Omega 3:
efficaci solo se in pillole

Per la serie "attenzione alle false informazioni" o ai "falsi miti" in materia di alimenti e salute, dalla ricerca arriva una spiegazione che toglie di mezzo molte convinzioni indette soprattutto dalla pubblicità: gli Omega 3 proteggono le nostre arterie contro infarto, ictus e malattie causate da aterosclerosi e trombosi, ma se assunti con i farmaci sotto forma di pillole e gel.
Aggiunti invece ai cibi, in particolare a latticini e margarina, non sono invece così efficaci, come ha verificato uno studio presentato  al Congresso Europeo di Cardiologia a Stoccolma.
Lo studio prende in considerazione 5mila pazienti tra i 60 e 80 anni e ha rilevato infatti che l'effetto benefico degli Omega 3 si produce nei pazienti che assumono dosi abbastanza consistenti (3 grammi al giorno) sotto forma di pillole o gel. Ciascun gruppo di pazienti ha consumato quotidianamente una piccola dose di margarina con diverse proporzioni di Omega 3, mentre un gruppo assumeva la medesima quantità quotidiana di margarina, ma senza Omega 3.
 In totale ogni paziente ha consumato circa 18 grammi di margarina al giorno (l'equivalente di quanta se ne spalma su due fette biscottate): in 40 mesi 671 pazienti, pari al 13,9%, hanno avuto un nuovo infarto o un'altra malattia da aterosclerosi o da aterotrombosi, indipendentemente o meno dagli Omega 3.
Secondo gli scienziati quindi l'assunzione quotidiana di basse dosi di Omega 3 aggiunte ai latticini, in pazienti che hanno già avuto un infarto, non dà alcun vantaggio nel ridurre la probabilità. È possibile che gli Omega 3, per essere efficaci, debbano continuare ad essere assunti a dosi più alte di quelle utilizzate nello studio, e che funzionino solo se assunti sotto forma di pastiglie o gel.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags