Mercoledì 27 Giugno 2012

Audi RS 4 Avant
Sportività quotidiana

Il ritorno in veste moderna di un classico Audi: dall'autunno sarà commercializzata la terza generazione della RS 4 Avant, mix di performance elevate e praticità quotidiana. L'esuberante motore V8 da 4,2 litri della vettura del segmento D eroga una potenza di 450 cv (331 kW), trasferita sulla strada dal cambio a sette rapporti S tronic e dalla trazione integrale permanente quattro.

Le prime consegne, come detto, inizieranno nell'autunno del 2012. La Audi RS 4 Avant monta un V8 aspirato, lo stesso propulsore montato su RS 5 Coupé. Raggiunge la coppia massima di 430 Nm nel range tra 4.000 e 6.000 giri. Il propulsore V8, con le testate verniciate in rosso, risponde con immediatezza e accelera la RS 4 Avant in 4,7 secondi da 0 a 100 km/h mentre la velocità massima è limitata a 250 km/h oppure, a richiesta, a 280 km/h.

Il motore 4.2 FSI, assemblato a mano nello stabilimento ungherese di Györ, è un concentrato di potenza e di efficienza, con un consumo medio inferiore a 11 litri ogni 100 chilometri. Anche il cambio S tronic a sette rapporti, di serie, contribuisce a incrementare l'efficienza grazie all'elevato rendimento e all'ultimo rapporto particolarmente lungo. Il conducente può affidarsi al cambio a doppia frizione, in grado di passare automaticamente da una marcia all'altra in un attimo, oppure azionare manualmente la leva del cambio o utilizzare i bilancieri al volante. Per partenze fulminee, poi, fulminee è possibile attivare il Launch Control, in grado di gestire il distacco della frizione per uno spunto ottimale e il minimo slittamento delle ruote.

I nuovi cerchi di serie in alluminio fucinato da 19" a 10 razze sono torniti a specchio e montano pneumatici 265/35. In alternativa, Audi monta cerchi da 20" dal nuovo design, con pneumatici 265/30, torniti a specchio a 5 razze a V, color titanio. Sono disponibili altre due varianti di cerchi a 5 razze a rotore. Da segnalare che il sistema Audi drive select rientra tra gli equipaggiamenti di serie della RS 4 Avant. Esso consente al conducente di variare le caratteristiche tecniche dello sterzo, del cambio a sette rapporti S tronic e della valvola a farfalla fra diverse modalità: comfort, auto e dynamic.

Anche il «sound» dell'impianto di scarico può essere variato tramite questa selezione: nel programma dynamic il passaggio alla marcia inferiore è accompagnato da «doppiette» di grande effetto. In abbinamento al sistema di navigazione MMI, è disponibile anche la modalità individual, che il conducente può personalizzare.

Come ulteriore optional, Audi offre la tecnologia con ammortizzatori dinamici in abbinamento all'assetto sportivo plus con Dynamic Ride Control (DRC). Tubazione idrauliche collegate a una valvola centralizzata uniscono diagonalmente gli ammortizzatori opposti; nella marcia veloce in curva questo sistema garantisce un assetto più controllato, migliorando per esempio il carico sulla ruota anteriore esterna alla curva.

Il design esterno rivela il carattere atletico della RS 4 Avant. Il telaio in look alluminio opaco si sviluppa intorno alla griglia single-frame esagonale con inserto lucido a losanghe colore antracite. Nei proiettori cuneiformi le luci diurne in tecnologia a led sono disposte intorno ai fari xeno plus. L'aria circola liberamente attraverso le grandi prese d'aria frammezzate da listelli e inserite nel paraurti dalla linea tesa, che ricorda gli splitter delle vetture da competizione.

Lateralmente risaltano le spigolose minigonne sottoporta e i passaruota allargati. Componenti che richiamano il pionieristico modello Audi quattro a trazione integrale del 1980. Gli alloggiamenti e le cornici degli specchietti retrovisivi esterni sono in look alluminio opaco mentre un particolare spoiler al tetto accresce ulteriormente il fascino del posteriore. Anche i gruppi ottici posteriori a led sono impreziositi da eleganti elementi luminosi di forma allungata.

In sintesi, la Audi RS 4 Avant è più lunga di 20 millimetri e più larga di 24 millimetri rispetto alla A4 Avant, ma anche più bassa di 20 millimetri. Le tonalità della carrozzeria sono otto, di cui una pastello e una metallizzata, quattro tonalità perla e due colori carrozzeria speciali pigmentati cristallo: argento prisma e nero pantera. Il sottoscocca è interamente rivestito e presenta prese d'aria per il cambio a sette rapporti S tronic e per i freni anteriori.

Nell'abitacolo domina il colore nero e le finiture cromate degli interruttori e dei comandi conferiscono un tocco di raffinatezza all'intero ambiente. Gli inserti sono di serie in carbonio, ma sono disponibili a richiesta anche in alluminio opaco spazzolato, alluminio Race, lacca lucida nera o fibra d'acciaio. I sedili sportivi anteriori con appoggiatesta integrati sono di serie. Sono regolabili e riscaldabili elettricamente e rivestiti in pelle nera abbinata ad Alcantara. Il volante sportivo multifunzionale dalla corona massiccia è appiattito nella parte bassa, i bilancieri dietro il volante sono realizzati in look alluminio.

Il sistema d'informazioni per il conducente con display a colori integra il menu RS con un Laptimer per tempi sul giro e un termometro per l'olio. All'avviamento compare sullo schermo MMI il logo RS. La mascherina nella strumentazione è in look lacca lucida e il pomello del cambio a sette rapporti S tronic è realizzato nel design specifico RS. Un'altra, tipica, caratteristica RS sono le maniglie delle portiere costituite da due sottili listelli. La pedaliera, gli appoggiapiedi, le bocchette di aerazione, i bilancieri al volante, i tasti MMI e altri comandi sono in look alluminio.

Un'ampia gamma di sistemi di assistenza e comunicazione completa il programma degli equipaggiamenti a richiesta, come la predisposizione cellulare con sistema veicolare Bluetooth per collegare la RS 4 Avant direttamente a Internet. Per il vano bagagli, con capacità fino a 1.430 litri, sono disponibili un sistema di guide e un kit di fissaggio, nonché l'azionamento elettrico per il portellone.

Daniele Vaninetti

m.sanfilippo

© riproduzione riservata