Martedì 09 Giugno 2009

Gp di Turchia, Button fa il vuoto
Webber e Vettel chiudono il podio

L'inglese Jenson Button (BrawnGp) ha vinto il Gran Premio di Turchia, settimo appuntamento del Mondiale di Formula 1 disputato sul circuito Istanbul Park. Prosegue così l'incontrastato dominio di Button, alla sesta vittoria stagionale e sempre più lanciato verso il titolo iridato. L'inglese ha preceduto le due Red Bull-Renault, con l'australiano Mark Webber secondo a 6"7 e il tedesco Sebastian Vettel terzo a 7"4 e sul gradino più basso del podio. Vettel, partito dalla pole, ha ceduto il comando della gara a Button dopo pochi giri per un errore, quindi ha optato per una tattica da tre soste che gli è costata anche il secondo posto, a vantaggio del compagno di squadra, per un'occasione così sciupata.

Ai piedi del podio, quarto a 27"8 ha quindi chiuso Jarno Trulli (Toyota), quinto posto a 31"5 poi per il tedesco Nico Rosberg (Williams) e sesto posto a 39"9 per la prima ed unica Ferrari finita a punti, quella del brasiliano Felipe Massa. Settimo posto a 46"2 per il polacco Robert Kubica (Bmw-Sauber), a punti per la prima volta in stagione, e ottavo posto a 46"9 per il tedesco Timo Glock (Toyota). Nono posto a 50"2 e fuori dalla zona punti l'altra rossa del finlandese Kimi Raikkonen, finito appena davanti allo spagnolo Fernando Alonso, decimo a 1'02"4. Peggio ancora della Ferrari hanno fatto le due McLaren-Mercedes, con l'inglese campione del mondo in carica Lewis Hamilton tredeicesimo a 1'20"4 e il finlandese Heikki Kovalainen quattordicesimo a un giro.

Button guida ora il Mondiale piloti a quota 61 punti, 26 di vantaggio sul compagno di squadra il brasiliano Rubens Barichello, oggi costretto al ritiro (il primo stagionale della BrawnGp) a dieci giri dal termine, protagonista di un avvio di gara disastroso: piantato sulla griglia allo spegnimento del semaforo, Barrichello è precipitato prima a centro gruppo e poi ancora più in fondo, dopo un contatto con il finlandese Heikki Kovalainen (McLaren-Mercedes) ed un altro con il tedesco Adrian Sutil (Force India), è dovuto tornare al box per sostituire l'ala anteriore, con una gara ormai compromessa.

Vettel, l'unico pilota in stagione ad essere riuscito a spezzare il dominio di Button vincendo in Cina, si è invece portato a quota 29, a -6 dallo stesso Barrichello e a -32 da Button. Webber è quarto a quota 27,5, seguito da Trulli (19,5) La Brawn domina ovviamente anche la classifica costruttori con 96 punti, con la Red Bull che insegue a quota 56,5. La Ferrari è a quota 20 (11 punti sono di Massa e 9 di Raikkonen).
(Apcom)

c.pederzoli

© riproduzione riservata

Tags