Venerdì 11 Marzo 2011

Dr Jekyll e Mr Hyde
Un Como a due facce

Dopo la sosta, che Como sarà? Bella domanda. Domenica il Como sfida al Sinigaglia il Lumezzane, che domenica nel recupero ha battuto e agganciato in classifica il Bassano. Il Como, prima della sosta, ha infilato la sua miglior serie utile stagionale con cinque risultati utili consecutivi: 9 punti e uscita dalla zona play out.
SOSTA SI', SOSTA NO - «Sarebbe stato meglio giocare», ha detto Alex Brunner, sostituto di Brevi e Garavaglia squalificati, subito dopo il pareggio di Gubbio. La sosta comunque a qualcosa è servita. In Umbria, Germinale e Ardito sono usciti dal campo infortunati, si sono allenati a parte e hanno avuto quindici giorni per recuperare. Altra buona notizia, il recupero (e c'è la possibilità che giochi titolare), di Bossa, difensore centrale fuori da novembre. Niente da fare per Fortunato, assente per infortunio con gli squalificati Franco e Magli.
PERICOLO PLAY OUT - Lumezzane primo banco di prova di una volata salvezza che, fermo restando l'ovvio entusiasmo che ha contagiato squadra e tifoseria, comunque vede il Como ancora vicino alla zona play out quando mancano nove partite alla fine del campionato. Un solo punto di vantaggio sul Pavia (scontro diretto al Sinigaglia fra due settimane) e due sul Sudtirol (domenica prossima a Bolzano): non si può stare tranquilli. E non può essere dato come sicuro ai play out nemmeno il Pergocrema a 26, unica squadra con cui il Como è in svantaggio negli scontri diretti.
SOGNO PLAY OFF - E' completamente senza senso parlare di play off? Un mese fa, sarebbe stata una pazzia. Ora, un po' meno. Sette punti dividono il Como, 29 punti, dal quinto posto, occupato da Lumezzane e Bassano a 36. Troppi? Probabilmente sì. Anche perché in mezzo ci sono molte squadre. Abbiamo giocato con la classifica delle ultime cinque giornate, da quando è iniziata la serie positiva del Como: Gubbio primo, Salernitana seconda, Bassano, Lumezzane e Verona a giocarsi un posto nei play off. Il Como? Appena fuori, a un punto. Una classifica parziale che fotografa la crisi di due squadre, Spal (cinque sconfitte consecutive) e Reggiana (due soli punti) e che evidenzia gli slanci in avanti di Lumezzane, Bassano e Verona. E' solo un gioco, che però dice un'altra cosa. Che il Como, per provare a lottare per i play off nella classifica vera, dovrebbe essere perfetto da qui alla fine.

n.nenci

© riproduzione riservata

Tags