Martedì 31 Gennaio 2012

Bennet, arriva un altro play?
«Sì, siamo sul mercato»

CANTÙ - Alla Bennet è il settore dei play a essere sotto osservazione critica: «Premesso che tutti ora dicono che siamo carenti nel ruolo ma che con Cinciarini e Gianella siamo arrivati fin qua, terzi e nelle Top 16, questo discorso viene comunque da lontano, dall'estate scorsa - spiega Bruno Arrigoni -. Avevamo deciso tutti assieme di provare ad avvicinarci ancora di più alle squadre più attrezzate, e intendo Siena e Milano, aggiungendo sul perimetro fisicità e atletismo con la scelta di Lighty. Lui però, gran giocatore di complemento, è rimasto un po' schiacciato in mezzo agli altri esterni, e comunque noi a uno straniero avevamo già dovuto rinunciare per allargare il pacchetto dei lunghi».

Così Lighty ha lasciato il posto a Gianella: «Un buon giocatore di supporto, preso per aiutare e non mettere in difficoltà Cinciarini. E questa squadra adesso tanto vituperata e criticata ha saputo vincere a Bilbao, con Milano, a Varese. Poi, certo ha fatto lercio a Montegranaro, la partita di dopodomani col Maccabi sarà esplicativa circa la nostra capacità di reagire».

La Bennet ha ancora a disposizione un visto e un tesseramento: «Abbiamo il dovere morale di esplorare tutte le possibilità - puntualizza Arrigoni - stiamo valutando, non vogliamo prenderne uno per forza ma uno che ci dia qualcosa in più nel ruolo di play. Siamo però pressati dai tempi, vorremmo trovarlo per tesserarlo entro martedì 7 alle 18 per le regole dell'Eurolega, poi è chiaro che se arrivasse ci servirebbe per le Final Eight di Coppa Italia, e lì e in campionato dovremmo fare gli incastri dei passaporti. Sono tutte cose da verificare nel massimo rispetto di tutti, Gianella (che sarebbe l'escluso in Italia; ndr) e Cinciarini per primi».

Leggi l'intervista completa nell'edizione de La Provincia in edicola martedì 31 gennaio

f.cavagna

© riproduzione riservata

Tags