Mercoledì 28 Marzo 2012

Basile ancora fermo
Per lui niente Teramo

Le bende ed i cerotti stanno diminuendo ma sono tuttora una presenza agli allenamenti della Bennet. Anche ieri, in una seduta già prevista 'leggera', coach Trinchieri ha potuto lavorare tatticamente con un cinque contro cinque a metà campo grazie a sparring partner sia abituali come Abass e Bianchi che nuovi di questa settimana, come l'universitario Usa Joe Scott e lo svizzero originario della ex Jugoslavia Milos Nikolic, aggregati in questi giorni alle sedute della Bennet.
C'erano comunque fra gli "abili e arruolati" i recuperati Cinciarini - polso ancora fasciato ma già al lavoro pieno da lunedì - e Brunner, per il quale si trattava del primo allenamento dopo la botta alla spalla destra di Pesaro: tutto ok per entrambi. Sull'altro canestro, accanto al vero convalescente Scekic, alternanza fra tiri in tranquillità e lavoro col preparatore Bianchi per Mazzarino - affaticamento muscolare - Micov, Perkins - per entrambi 'gestione' delle ginocchia - e Leunen, in recupero dai guai alla schiena. Ma per loro, ovviamente tranne 'Sceka', non è in dubbio la presenza a Teramo.
Sabato quindi nell'anticipo di campionato sarà assente, con ogni probabilità, il solo Gianluca Basile. La situazione del Baso ce la racconta lui stesso: «Sto proseguendo nel recupero, andando però coi piedi di piombo dopo essere rimasto dieci giorni senza correre. È stato il primo guaio al flessore, poi il secondo a Battipaglia fra le due gare di Avellino e Caserta, e lì ci eravamo prefissati il recupero per Teramo. Però è arrivato il terzo lunedì scorso prima del recupero di Pesaro. Non sono state tutte nello stesso punto ma sempre vicinissime, un classico secondo l'opinione di tutti coloro che ci sono passati».

n.nenci

© riproduzione riservata

Tags