Baretti, presidente lombardo Figc «È difficile parlare di ripresa»
Giuseppe Baretti

Baretti, presidente lombardo Figc
«È difficile parlare di ripresa»

«La regione è purtroppo la più colpita in assoluto dall’emergenza e in questo momento è ancora prioritario anteporre a qualunque altra cosa il senso civico di cittadini nel tutelare la salute pubblica»

È ancora troppo presto per sapere se e quando si potrà tornare in campo, anche perché - con l’ultimo Dpcm e la conseguente ordinanza della Regione Lombardia - lo stop di tutta l’attività sportiva e quindi anche quella calcio dilettantistica è stato posticipato dal 3 al 15 aprile.

«È evidente che parlare di ripresa dell’attività risulta tuttora oltremodo difficile – ha detto il presidente del Crl Giuseppe Baretti –. La nostra regione è purtroppo la più colpita in assoluto dall’emergenza e in questo momento è ancora prioritario anteporre a qualunque altra cosa il senso civico di cittadini nel tutelare la salute pubblica e cercare di superare questo dramma».

Un Baretti che sta raccogliendo i sentori delle società lombarde: «Farò ben presente la situazione che purtroppo stiamo vivendo ai nostri organismi centrali e, come Comitato, il nostro maggiore impegno sarà rivolto a reperire gli strumenti e i mezzi per sostenere le società quando finalmente sarà possibile ripartire, in modo da poter riprendere coesi e utilizzando il nostro amato sport quale viatico per metterci tutti alle spalle il periodo nero e aiutare soprattutto i nostri giovani a ritrovare la propria normalità».


© RIPRODUZIONE RISERVATA