Cantù si consola con Bryant
Coprirà il buco di Johnson

Domani il nuovo americano si aggregherà alla squadra

Cantù si consola con Bryant Coprirà il buco di Johnson
Zack Bryant

Ultime ore senza secondo straniero per Cantù. È atteso nel pomeriggio di domani l’arrivo in Italia di Zack Bryant, nuovo americano della S.Bernardo. Un giocatore che va a rimpiazzare lo statunitense Robert Johnson, che ha rescisso il contratto con Cantù in quanto atleta no vax e quindi impossibilitato a disputare la A2. Cantù ha potuto andare a pescare un Usa in un altro campionato in virtù del visto supplementare concesso dalla Fip, dopo il parere positivo del Coni. Una decisione che ha suscitato un autentico vespaio: molti club di A2 minacciano un ricorso al Tar o, in alternativa, chiedono di poter avere a loro volta un visto in più.

Il giocatore, una volta in Italia, sarà a disposizione di coach Sodini e potrà debuttare domenica al PalaBancoDesio nella sfida in programma alle 17 contro Trapani. Bryant, 24 anni, ha cominciato la stagione in Bundesliga, a Gottingen, ma Cantù l’ha prelevato dai finlandesi del Lahti, squadra con cui si stava mettendo in luce con 21 punti di media a partita, 2.3 rimbalzi e 3.4 assist. Si tratta di un giocatore esplosivo, con un buon playmaking, desideroso di mettersi in mostra in un campionato competitivo.

Un giocatore certamente diverso da Johnson, ma che ha solleticato la fantasia dello staff tecnico e dirigenziale e che va a riempire un buco nel roster, che ora si ritrova privo “solo” di capitan Luigi Sergio infortunato. Un’assenza importantissima perché si tratta del leader riconosciuto del gruppo. Venerdì Sergio si è sottoposto a una tenorrafia per la sutura del tendine achilleo del piede destro. L’intervento, eseguito dal dottor Marco Camagni alla Clinica San Martino di Malgrate, è perfettamente riuscito. Ma i tempi di recupero saranno lunghi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}