C’è un croato nelle mire di Cantù. Pronto l’assalto a Rogić

Il playmaker comunitario è vicinissimo alla S. Bernardo e permetterebbe alla società di risparmiare un visto

C’è un croato nelle mire di Cantù. Pronto l’assalto a Rogić
Roko Rogic è molto vicino a Cantù

Roko Rogić. C’è un croato quasi trentenne (li compirà a settembre) nelle mire di Cantù. Esperto playmaker, con una buona carriera in Patria e anche in Repubblica Ceca a Nymburg, arriva dal Szolnoki Olaj, squadra ungherese, e ha convinto il tecnico Romeo Sacchetti.

Operazione che potrebbe chiudersi nel breve e portare in città un giocatore che ha fatto pure la trafila in tutte le Nazionali croata, dalle giovanili alla maggiore.

Rogic, ovviamente, giocherebbe da straniero e sarebbe uno dei due scelti dall’Acqua S. Bernardo, ma permetterebbe di salvare un visto per extracomunitari e con quello che è accaduto anche quest’anno sarebbe una scelta azzeccata e di lungimiranza.

Nella sua lunga carriera, il croato di 187 centimetri e 83 chili, ha fatto anche una fugace apparizione nel campionato italiani a Imola nel 2017. Ha giocato anche in Bosnia e nella Bundesliga tedesca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True