È la prima chiamata scudetto
L’UnipolSai s’è vestita a festa

Gara1 in casa per la Briantea oggi contro Giulianova. Carossino: «Serenità ed entusiasmo, daremo tutto quello che abbiamo»

È la prima chiamata scudetto L’UnipolSai s’è vestita a festa
Filippo Carossino è uno dei leader indiscussi dell’UnipolSai Briantea84
(Foto di Cusa)

Appuntamento oggi alle 14 con la prima gara della serie finale scudetto tra UnipolSai Briantea84 e Deco Metalferro Giulianova.

Si gioca sul parquet del PalaMeda, mentre gara due (21 maggio alle 17) ed eventuale gara tre (22 maggio alle 15.30) si disputeranno a Giulianova. Tutte le partite saranno trasmesse in diretta su Rai Sport. Al PalaMeda sono attesi oltre 900 tifosi a sostenere i biancoblù.

«Finita l’esperienza in Champions Cup, ora la testa va a gara uno della finale scudetto - ha commentato coach Marco Tomba -. Le partite internazionali, anche se con alcune defezioni nel roster, ci sono servite per mantenere alto il ritmo e al massimo la concentrazione. Sarà una riedizione della finale di Coppa Italia, ma come sappiamo ogni partita fa storia a sé. Stiamo lavorando sugli errori e il gruppo non si sta risparmiando per l’ultimo trofeo dell’anno, non per importanza».

Il commento di Filippo Carossino, che non ha partecipato alla trasferta di Erfurt in Germania per la Coppa dei Campioni.

«Complimenti ai miei compagni che hanno disputato una Champions egregia, non era semplice con pochi giocatori e poche rotazioni, è stata una grande prova di carattere e orgoglio», dice uno dei giocatori di punta dell’UnipolSai.

Che aggiunge: «Questo può aiutarci tantissimo nell’approccio alla finale scudetto. Non era scontato arrivarci, soprattutto dopo la sconfitta in gara uno di semifinale contro Santo Stefano. Con la massima serenità e grande entusiasmo ci avviciniamo a questo appuntamento. Davanti al nostro pubblico daremo tutto quello che abbiamo. Lo scudetto sarebbe la ciliegina sulla torta di una stagione importante».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}