Cantù e le big, occhio a Torino. È tornata a correre

La squadra di coach Ciani è in serie positiva da sei partite e risalita in classifica

Cantù e le big, occhio a Torino. È tornata a correre
Lorenzo Bucarelli in azione contro Trapani
(Foto di Gorini)

Occhio a Torino. Perché ora la squadra piemontese fa davvero paura alle squadre che la precedono, ormai di pochissimo, vale a dire Treviglio e Cremona. La squadra, guidata dall’ex coach canturino Franco Ciani, è risalita in classifica e, in campionato, ha vinto sei partite consecutive.

Battendo domenica Treviglio 89-81, si è portata a -1 proprio dai bergamaschi, scivolati in terza posizione. Ed è proprio a quel terzo posto che punta Torino, per partire in prima fila nella seconda fase della stagione. Vinto lo scontro diretto contro Treviglio, domenica la Reale Mutua se la vedrà con Cremona in trasferta (è a -3 dalla Vanoli): di sicuro, Torino è la “variabile” imprevedibile di questo lungo rush finale di regular season.

E – Cantù a parte – ha gli scontri diretti a proprio favore: ha già battuto Treviglio due volte e Cremona all’andata, mentre con Cantù ha perso e l’affronterà nuovamente solo alla penultima giornata.

Un ulteriore successo di Torino - senza la penalizzazione di 3 punti sarebbe alla pari con Cremona a 26 - nella sfida contro la Vanoli, potrebbe davvero rimettere tutto in discussione nella parte alta della classifica e avere effetti sulla seconda parte di stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA