«Con Cantù meritavamo gara 4. Ma almeno usciamo a testa alta»

Lotesoriere, tecnico di Ravenna, giudica la serie di semifinale con la S. Bernardo

«Con Cantù meritavamo gara 4. Ma almeno usciamo a testa alta»
Alessandro Lo Tesoriere
(Foto di Butti)

Cala il sipario su una stagione fantastica per l’OraSì Ravenna, interrotta in semifinale playoff per una sconfitta di misura in gara-3 contro la favorita Cantù.

Davanti al pubblico di casa, Ravenna non è riuscita a tenere viva la serie e il sorriso amaro di Alessandro Lotesoriere ne è la conferma: «Avremmo meritato almeno una gara 4, purtroppo usciamo a testa altissima e siamo fieri di quello che abbiamo fatto. Sono onorato, fiero e felice di aver condotto Ravenna fino a questo punto, è stata una stagione fantastica».

Tanta la commozione per il giovane coach di Ravenna, consolato a fine gara da Vitali, e con gli occhi lucidi anche nel post-gara. In conferenza si è presentato con una t-shirt ricordo, sulla quale sono scritti i nomi di tutti i protagonisti di questa annata.

«Questa maglia è il ricordo più bello della stagione - aggiunge -, perché sono ricordate le persone che si sono adoperate per far sì che riuscissimo a goderci questo spettacolo. Ringrazio il presidente e Giorgio Bottaro: senza di loro, che hanno messo su l’ennesima stagione di sacrificio e passione, non saremmo qui a raccontare una stagione culminata con la semifinale play-off. Poi ci siamo tutti noi e io ringrazio in particolare il mio staff tecnico perché ero alla prima esperienza da capo allenatore in A2, raggiungere un risultato del genere senza il lavoro quotidiano, senza i loro consigli, sarebbe impossibile. Meritano tutti un grande plauso, compreso lo staff medico, ma anche tutti i ragazzi che lavorano dietro le quinte».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}