Sacchetti show in Tremezzina: «Voglio farvi divertire e innamorare del basket»

Il Basket Club del lago ha accolto allenatore, staff, Bucarelli e Da Ros per una serata magica

Sacchetti show in Tremezzina: «Voglio farvi divertire e innamorare del basket»
Giocatori, allenatore e staff della Pallacanestro Cantù con i vertici del Basket Club Tremezzina

Il luogo è il solito, reso ancora più bello dai lavori di sistemazione e dai ritocchi interni: la Cooperativa sociale Azalea onlus di Tremezzina. Il clima quello dei giorni migliori, in mezzo agli appassionati del Basket Club Tremezzina, tifosi, ovviamente, della Pallacanestro Cantù, ma non solo.

Non ci fossero, Pierantonio Ferrari e Claudio Vaccani, rispettivamente presidente della Cooperativa e del Club, bisognerebbe inventarli. Ancora una volta, per la tradizionale cena benefica autunnale con allenatore, staff e giocatori dell’Acqua S. Bernardo, hanno fatto miracoli: hanno radunato oltre 70 persone, deliziati dai piatti della cucina interna e coccolati dal servizio in sala dei ragazzi di Azalea.

Bello, anzi bellissimo. Sulla propria pelle l’hanno provato, stavolta, Romeo Sacchetti, Matteo Da Ros, Lorenzo Bucarelli, Massimiliano Oldoini, Ugo Ducarello, Tommaso Sacchetti, Luciano D’Ancicco e Diego Fumagalli, estasiati dall’accoglienza dei calorosi, ma mai invadenti, iscritti al club.

Con Da Ros e Bucarelli che - applauditissimi - hanno regalato le rispettive maglie autografate al Club, l’autentico mattatore è stato il coach: «Sappiamo tutti dove vogliamo arrivare - ha assicurato il coach - ma io ho anche la pretesa, o il sogno fate voi, di volervi fare divertire e innamorare del basket. Inutile venire al palazzo a vedere se questo o quello allenatore fa far bene blocchi e schemi, la pallacanestro deve essere spettacolo, corsa, rimbalzi, schiacciate e tiri da tre. Speriamo che questa squadra, che è partita un po’ così così, ma che ora sta migliorando, possa piacervi sempre di più».

© RIPRODUZIONE RISERVATA