UnipolSai, Champions stregata
Ko con Le Cannet e sesto posto

La prova europea ha però lasciato un bagaglio importante ai biancoblù

UnipolSai, Champions stregata Ko con Le Cannet e sesto posto
Jacopo Geninazzi

Sfuma il quinto posto in Champions League per l’UnipolSai Briantea84 che nell’ultima gara di Erfurt perde per 71-64 contro i francesi del Le Cannet. La prova europea ha sicuramente lasciato un bagaglio importante ai biancoblù, che si sono presentati in Germania con un roster ridotto (otto giocatori) e con Jacopo Geninazzi nella veste di giocatore-allenatore per indisponibilità di Marco Tomba. Ora si tornerà in camposa bato al PalaMeda per la prima gara della finale scudetto contro la Deco Giulianova.

Gara equilibrata nel primo quarto con i transalpini avanti per 16-14 con Alexis Ramonet, mentre i canturini replicano con Ian Sagar. Bene la Briantea84 nel secondo e nel terzo periodo. Giulio Maria Papi, Driss Saaid e Sagar mettono la testa avanti e chiudono in vantaggio all’intervallo (27-32) e alla mezz’ora (44-51). Si rifanno sotto gli Hornets, ma Cantù con Simone De Maggi porta i suoi sul più sette (52-59). A questo punto sale in cattedra Ivan Martinez Toscano che lancia i suoi con un parziale di 19-5. L’UnipolSai è costretta ad alzare bandiera bianca e il Le Cannet vince per 71-64, chiudendo al quinto posto.

Si conferma giocatore da competizioni internazionali il britannico Sagar con una “doppia doppia” da 16 punti e 10 rimbalzi. Vanno in doppia cifra anche Papi (17 punti), Saaid (12) e Geninazzi (10 rimbalzi). «Il quinto posto è sfumato solo alla fine, ma siamo soddisfatti, visto che non siamo arrivati in Germania nelle migliori condizioni, ovvero con tanti assenti e senza coach - spiega Saaid -. Ci portiamo a casa tante indicazioni per crescere. Queste tre partite ci serviranno sicuramente per le finali scudetto».

L’analisi di Papi: «Giocare la Final Eight di Coppa dei Campioni è sempre fantastico - sottolinea -. Ci mancavano queste partite, soprattutto a livello di intensità. Ora resettiamo tutto e pensiamo allo scudetto. Dovremo prepararci al meglio in questi giorni per le sfide con Giulianova».

Nel frattempo i giovani della Briantea84 perdono la finale scudetto contro i Giovani e Tenaci. Non bastano due tempi supplementari ai biancoblù per ribaltare l’andata. Al PalaMeda i brianzoli vincono 61-58, ma la differenza canestri premia gli ospiti che si aggiudicano sia lo scudetto sia il trofeo Roberto Marson.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}