Bertani, un 12° posto di lusso Ma la vera sorpresa è Rota
Luisa Bertani

Bertani, un 12° posto di lusso
Ma la vera sorpresa è Rota

Il gigante di Coppa Europa a Folgaria ha premiato lo stato di forma delle comasche

Il 12 è il numero che ha contraddistinto il gigante di Folgaria per Luisa Bertani. La portacolori dello Ski racing Lenno, aveva il pettorale 12 ed ha chiuso al 12° posto. Ne ha fatta di strada Laura Rota. La classe 2000, griffata Gb ski club Asso, alla seconda esperienza in Coppa Europa, è scesa con il 77 ed è risalita sino al 49° posto finale (6° tra le italiane).

«Era un gigante di altissimo livello - spiega Bertani -. Su una pista molto bella. Ho sciato bene, anche se purtroppo a tratti. Peccato perché con qualche sbavatura in meno, potevo chiudere ai piedi del podio. E così potevo togliermi un’altra soddisfazione, dopo quella di Coppa del mondo».

Analisi precisa quella dell’allieva dell’allenatore di Brunate, Corrado Castoldi. Confermata anche dai “numeri”. La lennese infatti ha chiuso con un distacco di 1”88 dalla prima della classe, la norvegese Holtmann, ma a soli 30 centesimi dalla quarta, l’austriaca Huber.

Un gap che poteva benissimo essere colmato, con qualche intoppo di meno. La giornata del dodici inizia nella prima manche, dove la portacolori dello Ski racing camp Lenno, chiude 12° con un distacco di 1”24 dalla norvegese Holtmann.

Nella seconda la lennese prova a recuperare ma non va oltre il 15° tempo con un gap di 91 centesimi dalla slovena Bucik (3° nella generale) e da Huber. Il 12° posto finale porta in dote altri 22 punti nella classifica di Coppa Europa.

Il 77 crea più di un problema a Laura Rota che però è brava a portare a termine sia la prima (+3”26 dalla migliore) che la seconda manche (+3”41) per un 57° posto (+6”40).


© RIPRODUZIONE RISERVATA