Boleso è tricolore nella 4x100 E di bronzo nell’altra staffetta
L’erbese Clarissa Boleso (Foto by Sesti / Fidal Lombardia)

Boleso è tricolore nella 4x100
E di bronzo nell’altra staffetta

L’erbese ha conquistato lo scudetto Allieve con l’Atletica Lecco

Partiti con il loro carico di speranze e la voglia di ben fare gli Allievi/e comaschi hanno chiuso con qualche conto in attivo e altri in passivo la loro partecipazione agli Italiani di Agropoli.

Dallo Stadio Gariglia-Pista Mennea è uscita sorridente l’erbese Clarissa Boleso (Atletica Lecco) per lo scudetto tricolore con la 4x100 (bissa il successo dello scorso anno a Rieti) e il bronzo della 4x400.

Questi due risultati, di grosso valore, mitigano la delusione che la gialloblù ha patito nei 400 non riuscendo superare la griglia delle qualificazioni. Soltanto quindicesima in 58”95 (accredito 57”23) e titolo (56”24) per Laura Elena Rami (Cus Bologna).

È stata, invece, un punto di forza della staffetta veloce (47”38) correndo la terza frazione (Lisa Galluccio, Alessia Gatti, Veronica Besana le altre) e l’ultima in quella sul giro di pista (3’57”20), dove Arianna Bellani è subentrata a Veronica Besana.

Nell’ordine messe in fila Studentesca Rieti e Atletica Brescia, con lo stesso crono di 48”28, nonché nella scia di Bracco Atletica (3’53”75) e Studentesca Rieti (3’56”80).

Della A.G. Comense l’ostacolista Edoardo Storti ha ottenuto un significativo quinto posto sui 400 con 54”98, migliorando il suo 55”44 d’ingresso, mentre non ha avuto modo di brillare sui 110 (21°, 14”84). Fregiati dell’oro Lorenzo Frivoli (53”41, Atletica Vicentina) e Samuele Maffezzoni (13”57, Atletica Bergamo Oriocenter). Out sui 400hs la nerostellata Alice Pianigiani tradita dall’emozione in questo suo primo impatto a un appuntamento di notevole rilevanza.

Il migliore dell’Atletica Rovellasca è risultato il mezzofondista Mattia Campi giunto ottavo nei 1500 (4’05”24) e ha pure limato qualcosina al suo precedente limite (4’06”90), mentre per primo (3’59”72) è sfrecciato l’udinese Niccolò Galimi (Atletica Malignani).

Top ten pure per Davide Lunghi (Atletica Mariano) che, con il 9° crono di qualificazione dei 400 (50”27), è stato il primo degli esclusi dalla finale vinta da Lorenzo Benati (48”97, Atletica Roma Acquacetosa).

Tornando all’Atletica Rovellasca da registrare livelli stazionari per Alyssa Muscolino (400, 1’09”09), Giorgia Elli (100, 12”43, 200, 26”33) e la 4x100 (51”33, Alice Taverriti, Muscolino, Paola Corradi, Elli).

Sui 100 ostacoli, fatti propri dalla favorita Veronica Besana (13”49), sono rimaste lontane Elena Briccola (15”25, Polisportiva Colverde) e la già citata Corradi (15”58) nonché più lente rispetto ai tempi di presentazione.

Al di sotto delle aspettative pure Amos Vittori (Atletica Lecco) classificatosi 14° nei 10.000 di marcia (50’24”51) e andando piuttosto piano rispetto al 49’46”41 in suo possesso. Tacco e punta trionfali per il biancoverde Gabriele Gamba (43’52”66, Riccardi Milano).


© RIPRODUZIONE RISERVATA