Borghi: «Il Pgc si merita un 9  Il 10 è per la prossima stagione»
Sergio Borghi (a destra) accanto a Danilo Gallinari (Foto by foto Butti)

Borghi: «Il Pgc si merita un 9

Il 10 è per la prossima stagione»

Il dirigente-tecnico del club canturino traccia il bilancio dell’annata.

Voto alla stagione del Progetto Giovani Cantù ? Nove. Lo dice il “patron” del settore giovanile biancoblù Sergio Borghi. «Dò 10 se guardiamo la crescita dei ragazzi - afferma il dirigente-tecnico canturino -. Mentre dal punto di vista dei risultati meritiamo un bellissimo 9: perché il 10 lo riserviamo per il prossimo anno».

Sì perché la magnifica doppietta di podi nazionali centrata quest’anno (scudetto U16 e 3° posto Under 14) potrebbe essere solo un antipasto. Non soltanto perché i due gruppi in questione hanno davanti per motivi d’età margini di crescita (diversamente dallo scudetto Under 20 che giunse a coronamento di un percorso). Ma anche perché gli altri due podi conquistati negli scorsi due anni ci dicono che Cantù e il Pgc hanno iniziato un nuovo ciclo vincente.

«È vero - continua Borghi -, ci stiamo portando a un livello nazionale. Con un settore giovanile ricco di squadre futuribili e di talento. Questo grazie a uno staff tecnico e atletico che è all’avanguardia in Italia. E che svolge oltre a un lavoro di valorizzazione tecnica, anche uno di reclutamento sul territorio nazionale: già da tre mesi stiamo vedendo nuovi ragazzi e altri potrebbero entrare in foresteria».

L’intervista integrale sulla Provincia di sabato 7 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA