Cairoli, frenata a Budapest
MOBIL SUPERCUP (Foto by Gianfranco Casnati)

Cairoli, frenata a Budapest

Dopo tanti piazzamenti nella top ten, ieri un 11° posto in Porsche Cup: «Esperienza utile per le prossime gare»

L’esordio di Matteo Cairoli sull’Hngaroring nella Porsche Mobil Supercup è sicuramente al di sotto delle attese. Sfiora, infatti, la top 10 il giovane pilota comasco di Project, non riuscendogli la rimonta in gara. Sicuramente un circuito difficile questo alle porte di Budapest, con tanti segreti da scoprire per chi lo affronta per la prima volta. Tante, infatti, le curve una di seguito all’altra, in cui il ritmo è sempre continuo e determinante Si chiude, dunque, con l’undicesima piazza conquistata in gara il weekend in terra ungherese. Ad accentuare l’amaro in bocca, anche la perdita della prima posizione nella classifica Rookie, nella quale Ledogar, grazie al secondo posto di oggi, stacca Matteo di 11 punti, 45 a 34. «Avevo ricaricato un po’ le pile rurante un weekend libero dalle gare per affrontare questo circuito - commenta Matteo - e mi sentivo sicuramente pronto per la sfida che mi attendeva sull’Hungaroring, dove non avevo mai corso. Me ne sono reso conto subito che le difficoltà sono molte, ma ho comunque affrontato la sfida. E’ una pista difficilissima, dove non ci sono punti di sorpasso. Mi spiace del risultato che non mi ha permesso di mantenere la testa della classifica rookie. E’ stata comunque un’esperienza importante, che mi servirà per le prossime gare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA