Facchin re dei tifosi e sorrisi       tra Ludi e Jack: conferma vicina
Davide Facchin (a sinistra) con la Coppa Borgonovo (Foto by Cusa)

Facchin re dei tifosi e sorrisi
tra Ludi e Jack: conferma vicina

La Coppa Borgonovo occasione per fare il punto della situazione in casa Como

Era la festa del Premio Borgonovo, la classifica dei giocatori più votati dai tifosi dopo le partite. Alla Canottieri Lario si sono presentati i primi tre: Facchin (che ha vinto), Cerri (secondo), Bellemo (terzo). Ma la presenza del dg Ludi e del tecnico Gattuso (oltre alla responsabile marketing Oldani, al team manager Calandra, al dott.Giughello, allo spekaer Valli e al responsabile comunicazioni Camagni), oltre all’eco per il post di saluto di Cerri che ha fatto trasalire i tifosi, hanno trasformato la serata in qualcosa di più. Un crocevia di argomenti. Il tutto tra la passione de Pesi Massimi organizzatori della serata, di esponenti della curva e di Livio Prada, figura storica del mondo azzurro.

Premio

Facchin chiude così la sua carriera da giocatore (e inizia quella da dirigente: rappresenterà gli occhi della società al campo e sarà osservatore diretto) con un successo nel cuore dei tifosi. Aver battuto Cerri non è male, tenendo presente quanto sia amato il bomber. E a proposito, in giornata aveva fatto rumore un suo post di saluto (ne parliamo sotto) preso dai tifosi come un addio. Ieri ha tenuto a fare chiarezza: «Nessun addio, nessun commiato. Solo un messaggio di ringraziamento a tutti. Mi spiace per l’equivoco». Parlare del suo futuro è troppo presto. Certa è la volontà della società, e pare anche del giocatore, di proseguire qui. Ma molto dipenderà dal Cagliari ed è inutile parlarne sinché non si saprà in che serie giocheranno i rossoblù il prossimo anno.

Certo, molti degli occhi della serata erano puntati su Ludi e Gattuso, il dg e l’allenatore, arrivati insieme, ogni sguardo ogni espressione, ogni battuta (sulle domande fatte dai tifosi) vivisezionati. Di annunci pare non ne siano previsti entro la settimana, ma comunque la sensazione con cui siamo usciti dalla serata è che si vada verso la riconferma dell’allenatore. Il quale rideva e scherzava con tutti. Pare che un primo incontro programmatico sia stato fatto addirittura domenica scorsa, la famosa valutazione che le parti dovevano fare.

Da sottolineare il discorso fatto da Alessandro Giummo dei Pesi Massimi, a nome di tutti i tifosi: «Dello stadio si parla perché siamo in campagna elettorale. Però adesso la situazione è molto particolare: dunque si sappia che dopo le elezioni i tifosi del Como andranno a ricordare gli impegni presi e i discorsi fatti».

Lotteria

Intanto lunedì sarà presentata una lotteria benefica di Pesi Massimi e Eagles Cantù, “Abilitiamo con il cuore”. Il ricavato andrà a “Quelli che con Luca” (lotta alle leucemie infantili) e “Abilitiamo Onlus” (autismo). Primo premio una macchina, poi gadgets e biglietti partita di Como e Cantù.


© RIPRODUZIONE RISERVATA