Cantù, Bucarelli rincuora i tifosi «Non siamo quelli di domenica»
Lorenzo Bucarelli (Foto by Butti)

Cantù, Bucarelli rincuora i tifosi
«Non siamo quelli di domenica»

Oggi a Desio la sfida con l’altra Piacenza che deciderà il passaggio del turno o meno in Supercoppa

Supercoppa di A2, oggi ultimo atto a Desio del girone eliminatorio. Cantù affronta oggi alle 18.30 la Assigeco Ucc Piacenza. Stasera si decide anche il passaggio, o meno, di Cantù alle Final Eight del primo evento ufficiale della stagione.

A Cantù non basterà solo vincere (con qualsiasi scarto), ma deve anche sperare in una vittoria larga, con uno scarto di almeno 11 punti, della Bakery Piacenza sul campo di Treviglio per passare come prima. Ed è praticamente l’unica possibilità per la S.Bernardo-Cinelandia Park per entrare tra le migliori otto che, dal 24 al 26 settembre, si sfideranno a Lignano Sabbiadoro per la conquista della Supercoppa.

Cantù ha voglia di riproporre la qualità del gioco espressa mercoledì a Piacenza contro la Bakery, battuta di 26 punti, e sistemare quelle cose che ancora non vanno. Ovviamente, davanti al pubblico amico, c’è poi tutta l’intenzione di far dimenticare la prova di domenica scorsa contro Treviglio, che ha partorito un -18 che ha allarmato gran parte della piazza.

Lorenzo Bucarelli, a referto con 6 punti (2/2 da tre) e 5 assist nell’ultimo match a Piacenza, ha presentato l’impegno odierno dei brianzoli: «La gara con l’Assigeco è importante perché è nostro dovere confermare quanto di buono fatto nell’ultima partita, sul campo della Bakery, cercando anche di migliorare gli aspetti che sono andati meno bene. Poi, in noi dovrà esserci sicuramente uno stimolo maggiore perché avremo un’altra occasione per giocare in casa davanti al nostro pubblico, con la possibilità di dimostrare che non siamo quelli di domenica scorsa. Siamo certamente una squadra migliore di quella che si è vista in campo con Treviglio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA