Cantù e Pizzaut, che binomio Le serate benefiche raddoppiano
Il tecnico Nicola Brienza durante un time out (Foto by Butti)

Cantù e Pizzaut, che binomio
Le serate benefiche raddoppiano

Un risultato incredibile che testimonia quanto i tifosi canturini (e non solo) abbiano a cuore l’autismo e, in generale, l’inclusione sociale

Entusiasmo alle stelle per il binomio PizzAut-Pallacanestro Cantù. L’evento del 6 marzo all’Osteria del Boeucc, che vedrà protagonisti alcuni giocatori dell’Acqua San Bernardo insieme al noto gruppo di ragazzi autistici di “PizzAut - nutriamo per l’inclusione”, ha fatto registrare il tutto esaurito a neppure 12 ore dalla comunicazione ufficiale. Un risultato incredibile che testimonia quanto i tifosi canturini (e non solo) abbiano a cuore l’autismo e, in generale, l’inclusione sociale.

Il soldout fatto registrare nella giornata di venerdì ha indotto così Pallacanestro Cantù e PizzAut a raddoppiare il proprio impegno, chiedendo e ottenendo dagli amici dell’Osteria del Boeucc una seconda serata a disposizione del progetto.

E così, nella giornata di ieri l’Acqua San Bernardo Pallacanestro Cantù ha comunicato di aver raddoppiato il proprio impegno, invitando tutti i sostenitori biancoblù a partecipare a una seconda serata, in programma giovedì 7 marzo, sempre al ristorante di via Ariberto da Intimiano 6 dalle 19.30 in poi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA