Cantù, è un’Europa  che vale doppio
Ciao Burns. Ieri l’Olimpia Milan ha annunciato ufficialmente il suo ingaggio (Foto by Foto andrea Butti)

Cantù, è un’Europa

che vale doppio

Basket - In caso di ko nei preliminari di Champions

potrebbe giocare la Europe Cup

Cantù in Europa con l’ostacolo dei tre turni di qualificazione, che si giocheranno a distanza ravvicinata tra il 20 settembre e il 2 ottobre, con partite di andata e ritorno. Ma, regolamento alla mano, l’Europa sulla carta non sarebbe preclusa, nemmeno in caso di eliminazione al primo turno. La spiegazione è semplice: delle 30 squadre che parteciperanno ai preliminari 6 accederanno alla fase a gironi, mentre le 24 eliminate torneranno in gioco nella quarta coppa europea, l’Europe Cup.

Ma, da quanto si è appreso, la partecipazione non è obbligatoria. Ai club che ne avranno diritto all’Europe Cup, il board della Fiba richiederà l’iscrizione: «La lista delle pretendenti è lunga – ammette Andrea Mauri, ad della Pallacanestro Cantù -, vedremo come comportarci». Non è un mistero, infatti, che l’Europe Cup non sia in cima alle preferenze di patron Dmitry Gerasimenko. Ma tempo per riflettere sulla questione ce n’è. Mauri ha avuto modo di contattare il “patron”: «Era felicissimo per l’ammissione di Cantù alla Champions, ci credeva molto».

Al primo turno di Qualification Rounds parteciperanno 24 squadre, 12 accederanno al secondo turno. Da queste dodici ne usciranno 6, che andranno ad affrontare altre 6 squadre (già qualificate) al terzo e ultimo turno. A questo punto, le 6 vincitrici si uniranno alle 26 formazioni già alla regular season, completando il quadro delle 32 partecipanti. L’11 luglio ci sarà il sorteggio con gli accoppiamenti dei preliminari, la composizione dei gironi di regular season sarà il 9 ottobre.

GIÀ AI GIRONI – Aek, Paok e Patras (Grecia), Wloclawek (Polonia), Banvit, Besiktas e Eskisehir (Turchia), Bamberg, Ludwigsburg e Bonn (Germania), Nymburk e Opava (Repubblica Ceca), Hapoel Jerusalem e Holon (Israele), Tenerife e Fuenlabrada (Spagna), Dijon, Le MansSarthe e Strasbourg (Francia), Klaipeda (Lituania), Oostende (Belgio), Olimpija (Slovenia), Virtus Bologna, Avellino e Venezia (Italia) e Ventspils (Lettonia).

AL TERZO TURNO - Pardubice (Repubblica Ceca), Panevezys (Lituania), Bayreuth (Germania), Nanterre92 (Francia), Buyuksehir (Turchia) e Murcia (Spagna).

DAL PRIMO TURNO - Larnaca (Cipro), Aris (Grecia), Saratov e Novgorod (Russia), Bakken (Danimarca), Oradea (Romania), Dinamo Tbilisi (Georgia), Groningen (Olanda), Porto (Portogallo), Fribourg (Svizzera), Hapoel Tel Aviv (Israele), Cramo (Estonia), Kauhajoki (Finlandia), Leicester (Inghilterra), Levski (Bulgaria), Estudiantes (Spagna), Norrköping (Svezia), Torun (Polonia), Charleroi e Antwerp (Belgio), Cantù (Italia), Siauliai (Lituania), Olaj (Ungheria), Minsk (Bielorussia).

© RIPRODUZIONE RISERVATA