Cantù, Landry è ancora lì  E sarebbe un gran colpo
Si volteranno le spalle Marcus Landry e Cantù, oppure il giocatore Usa e il club biancoblù si abbracceranno?

Cantù, Landry è ancora lì

E sarebbe un gran colpo

L’ala americana rappresenterebbe la pietra miliare della nuova squadra di coach Recalcati.

Non si trattasse del miglior giocatore del campionato italiano si potrebbe anche mollare il colpo. Ma se di mezzo c’è, appunto, l’Mvp della regular season della serie A allora occorre mettersi sull’attenti. Oltre che sul chi va là. Rendendo merito a un club che pur non avendo freschi lustrini da sfoggiare (la classifica di quest’anno e l’assenza dalle coppe europee nel prossimo non rappresentano certo potenziali invitanti biglietti da visita) è riuscito ad accattivarsi le simpatie di quest’ala statunitense che tanto piace - da sempre, del resto, a Carlo Recalcati.

Ovviamente, l’investimento economico che farebbe la Pallacanestro Cantù - trattandosi altresì di un biennale - è di sicuro spessore e in tempi di budget ridotto i quattrini hanno un peso specifico diverso.

Nell’idea di squadra che avrebbe in mente coach Recalcati, Landry dovrebbe rappresentare oltre che il pezzo più pregiato anche la pietra angolare attorno a cui costruire tutto il resto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA