Cantù si arrende a Sassari  Ma lo fa con molto onore
Jaime Smith autore di 21 punti

Cantù si arrende a Sassari

Ma lo fa con molto onore

L’Acqua S. Bernardo gioca un brutto primo tempo, è sotto ancora di 18 punti al 27’, ma nei secondi finali giunge anche a -4. Termina 98-92.

Cantù dai due volti. Gioca un brutto primo tempo, resta sotto ancora di molto nel corso del 3° quarto ma poi termina il match praticamente spalla a spalla con il Banco di Sardegna. Sassari si impone 98-92, ma l’Acqua S. Bernardo ha mostrato carattere.

Nella serata del debutto, Gaines è pure il miglior realizzatore brianzolo con 23 punti, anche se il 2/10 dai 6.75 non è proprio il massimo. Smith segna 21 punti, Procida e Johnson 14 ciascuno. Sull’altro fronte, 27 quelli di Bilan (con 12 rimbalzi) e 26 quelli di Bendzius.

Pronti via e Sassari prende subito il sopravvento: 9-2, 22-10 all’8’ e 25-14 alla prima sirena. Con gli ospiti a 2/10 nelle conclusioni da oltre l’arco dei 6.75 e la coppia Bilan-Bendzius autrice di 18 punti (equamente distribuiti). E il conto dei rimbalzi dice 12-4.

Il Banco doppia gli avversari all’11’ sul 32-16, poi per alcuni minuti non segna in pratica più nessuno. I sardi (7/12 nelle triple) mantengono il margine in doppia cifra e vanno all’intervallo lungo sul 48-36. Bilan è a quota 17, mentre dall’altra parte sono 13 per Gaines e 9 per Smith. Ma solo 2 punti assicurati dai quattro lunghi...

La musica non cambia nella ripresa, con Sassari che va sul 68-50 al 27’, ma a cavallo degli ultimi due quarti, Cantù piazza un break di 13-0 che vale il 74-69 a 8’20”. A 5’40” è -4 (82-78) e -4 è pure a 32” dalla sirena (94-90), ma la clamorosa rimonta non si completa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA